Presto sarà possibile individuare questi tre tumori in pochi minuti


Una nuova speranza sta emergendo nella lotta contro il cancro con la possibilità di un rivoluzionario test basato sull’intelligenza artificiale in grado di rilevare in modo rapido e accurato tre dei tumori più mortali da una singola goccia di sangue essiccato.

Un nuovo test promettente

Tumori del pancreas, dello stomaco e colorettale sono tra i più mortali al mondo e lo sono spesso diagnosticato in fase avanzata, che riduce significativamente le possibilità di sopravvivenza dei pazienti. Inoltre, i medici generalmente fanno affidamento su tecniche di imaging invasive o procedure chirurgiche rilevarli, il che può essere costoso, spiacevole per i pazienti e talvolta poco efficace per la diagnosi precoce.

Per questi motivi è essenziale sviluppare metodi di diagnosi precoce meno invasivi. È qui che entra in gioco il nuovo test rivoluzionario. Quest'ultimo si basa sull'analisi di metaboliti, sottoprodotti metabolici presenti nel siero del sangue. Questi metaboliti agiscono come potenziali biomarcatori che segnalano la possibile presenza di cancro nel corpo.

Attraverso l'uso di apprendimento automaticouna forma di intelligenza artificiale, il test può distinguere in modo rapido e accurato i pazienti affetti da cancro del pancreas, dello stomaco o del colon-retto da quelli che non ne soffrono.

Ne basta una goccia

Una caratteristica essenziale di questo nuovo test è che teoricamente richiede meno di 0,05 ml di sangue, raccolti in forma essiccata, per diagnosticare queste malattie. Ciò rappresenta un grande vantaggio rispetto ai campioni di sangue liquido, sia in termini di costi che di logistica. Studi preliminari hanno dimostrato che questo test può differenziare accuratamente i donatori di sangue malati di cancro da quelli che non lo fanno.

READ  L'osservatorio più alto del mondo è finalmente aperto

Questi risultati promettenti aprono la strada a una nuova era di diagnosi precoce del cancro, offrendo così migliori possibilità di trattamento e di sopravvivenza. Con questo metodo, l’accesso ai test di screening del cancro potrebbe essere democratizzato anche nelle regioni remote dove le risorse mediche sono limitate.

cantavano i tumori
Le prime ricerche suggeriscono che meno di 0,05 ml di sangue essiccato potrebbero essere utilizzati per rilevare il cancro gastrico, del colon-retto e del pancreas. Crediti: marekuliasz

Tuttavia, nonostante questi incoraggianti progressi, è importante sottolineare che questo test probabilmente non sarà disponibile per un uso diffuso prima di diversi anni. Saranno infatti necessari studi clinici approfonditi e validazioni normative per garantire l’efficacia e l’affidabilità di questo strumento rivoluzionario.

I dettagli dello studio sono pubblicati sulla rivista Sostenibilità della natura.





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *