Primo accenno di un'atmosfera scoperta attorno a un pianeta extrasolare roccioso


Le ultime osservazioni degli astronomi utilizzando il James Webb Space Telescope (JWST) rivelano affascinanti scoperte su un pianeta lontano chiamato 55 Cancri e. Questo mondo, spesso definito “Terra super-infernale”, sembra avere un’atmosfera densa, che lo renderebbe il primo pianeta roccioso conosciuto al di fuori del nostro sistema solare ad avere questa caratteristica.

Un mondo inospitale

55 Cancri e è un pianeta extrasolare situato a circa 41 anni luce dalla Terra, nella costellazione del Cancro. Scoperto nel 2004, orbita attorno alla sua stella ospite, 55 Cancri, in sole 18 ore, rendendolo uno dei pianeti con l'orbita più veloce mai osservata. Questa estrema vicinanza alla sua stella significa che il pianeta è soggetto a temperature estremamente elevate, che probabilmente raggiungono migliaia di gradi Celsius sulla sua superficie.

Il pianeta è anche bloccato in base alle maree, il che significa che mostra sempre lo stesso lato alla sua stella, mentre l'altro lato rimane avvolto nell'oscurità costante. Questa situazione crea notevoli contrasti termici tra il lato diurno, infuocato dalla stella, e il lato notturno, che è molto più freddo.

Una caratteristica interessante di 55 Cancri e è il suo raggio che è circa il doppio di quello della Terra. Tuttavia, nonostante le sue dimensioni relativamente piccole per una “super-Terra”, la sua densità è eccezionalmente elevata, suggerendo che sia composta principalmente da materiali densi come ferro e silicato.

Altra particolarità di 55 Cancri e è la presunta presenza sulla sua superficie di un oceano di magma fuso derivante dalle altissime temperature che regnano su questo pianeta. Questa caratteristica lo rende uno dei pianeti più esotici e inospitali mai scoperti.

READ  La montagna sottomarina rivela più di 100 nuove incredibili specie
55 Cancri e
Illustrazione di 55 Cancri e davanti alla sua stella madre. Crediti: NASA

Avvistata un'atmosfera densa

Nonostante queste condizioni estreme, ricerche recenti suggeriscono che 55 Cancri e possano possedere un'atmosfera densa e composta o anidride carbonica o monossido di carbonio.

I ricercatori hanno fatto questa scoperta utilizzando il telescopio spaziale James Webb (JSWT). Quest'ultimo è infatti dotato di strumenti in grado di analizzare la luce emessa da un pianeta quando passa davanti alla sua stella ospite, fenomeno chiamato transito.

Concretamente, quando 55 Cancri e attraversa il disco della sua stella, una piccola parte della luce stellare attraversa l'atmosfera del pianeta prima di raggiungere i nostri telescopi sulla Terra. Questa luce può quindi essere analizzata per cercare firme spettroscopiche, impronte chimiche che rivelano la composizione dell'atmosfera.

I ricercatori hanno osservato gli spettri della luce a diverse lunghezze d'onda per cercare caratteristiche specifiche associate ai diversi composti. In questo caso, erano particolarmente interessati alla presenza di anidride carbonica (CO2) o monossido di carbonio (CO) che sono gas comunemente presenti nelle atmosfere degli esopianeti rocciosi.

Confrontando gli spettri osservati con modelli teorici, i ricercatori sono stati poi in grado di determinare la probabile composizione dell'atmosfera del pianeta.

Nonostante questi entusiasmanti progressi, gli astronomi sottolineano che sono necessarie ulteriori osservazioni per caratterizzare appieno questa atmosfera e comprenderne il funzionamento.

Tuttavia, le implicazioni di questa scoperta vanno ben oltre il semplice pianeta 55 Cancri e. La capacità di JWST di rilevare un'atmosfera densa attorno a un pianeta roccioso espande significativamente il nostro arsenale di strumenti per studiare gli esopianeti. Ciò apre la strada alla ricerca di altri pianeti simili alla Terra dove potrebbero potenzialmente esistere condizioni favorevoli per la vita.

I dettagli dello studio sono pubblicati sulla rivista Natura.

READ  Le fratture in Encelado potrebbero aiutare a rivelare segni di vita extraterrestre





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *