Privato di una partita, il Barça si dà da fare prima del PSG



Privato di una partita per dieci giorni a causa della finale di Copa del Rey di sabato, il Barça può permettersi di preparare senza pressioni l'andata dei quarti di finale contro il PSG, che si giocherà mercoledì. Tutto il contrario per il suo futuro avversario, in campo due giorni fa con i titolari in semifinale Coupe de France contro il Rennes (1-0) e ancora in campo sabato contro il Clermont per la 28esima giornata di Ligue 1. Vantaggio o svantaggio per i blaugrana? Difficile da dire.

Se Xavi Hernandez benedice il tempo che ha con i suoi uomini, è la mancanza di ritmo dalla partita contro il Las Palmas (1-0), il 30 marzo, potrebbe giocarci qualche scherzetto. Per evitare di addormentarsi, diversi giocatori catalani hanno saltato i giorni di riposo concessi dal loro allenatore. Lunedì Pedri e Frenkie de Jong hanno continuato il loro programma di recupero mentre Andreas Christensen e Ronald Araujo, vittime di qualche dolore, sono tornati alla normalità. Mercoledì si sono uniti al resto della squadra per l'allenamento collettivo. Pedri e De Jong sono attesi per il fine settimana e se il loro mandato per il momento non è all'ordine del giorno, regna l'ottimismo riguardo alla loro presenza nel gruppo convocato per la trasferta nella capitale.

READ  La LFP modifica i calendari di PSG e OM

“Quando abbiamo tempo, come adesso, aumentiamo il livello fisico”

Xavi, allenatore del Barça

Xavi ha approfittato di questi pochi giorni per diventare il nuovo ambasciatore della fondazione del club. Una nomina che ha rilanciato il dibattito sul suo futuro da quando ha annunciato la partenza i suoi compiti da allenatore a fine stagione.

Imbattuto dal 27 gennaio, il Barça ha più volte sofferto di deficit fisico contro gli avversari. Una situazione che, unita a numerosi infortuni muscolari, ha portato discredito allo staff tecnico. Da adesso in poi i giocatori del Barcellona sono più in forma, più in linea con le prossime scadenze. “Quando abbiamo tempo, come adesso, aumentiamo il livello fisico, ha lanciato Xavi la settimana scorsa. Nei mesi di gennaio e febbraio non siamo riusciti ad allenare tutto il gruppo e tanto meno con intensità. Ora possiamo. » Allenamenti più intensivi confermati dai giocatori. Abbastanza per uno shock da Champions League?



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *