PSG e Montpellier rilanciano nella Liqui Moly Starligue dopo l'eliminazione europea



Dopo la settimana nera in Champions League, Paris-Saint-Germain e Montpellier hanno ritrovato domenica il gusto della vittoria in Championship. Esce il Barcellona (22-30, 30-31 al ritorno) alle porte della Final Four, il PSG doveva vincere a Digione per colmare il divario con il Nantes, tornato a un punto dopo il suo successo il giorno prima contro lo Chambéry (34-26). Missione compiuta per i ragazzi di Raul Gonzalez (38-31). Ma i sette gol di differenza alla fine mascherano la grande resistenza della lanterna rossa.

Pieni di voglia, i Dijonnais hanno segnato in particolare un bel gol sul kung fu concluso da Mathis Jaffiol (8 gol) per tornare a due gol a metà del primo atto (11-9, 16°). Ruben Marchan (10 gol al 100% di tiro) e Luka Karabatic (2) hanno poi dato una boccata d'aria fresca al PSG (18-13, 27°). Dopo l'intervallo, i giocatori di Raul Gonzalez hanno vissuto un grande spavento con la spettacolare caduta del loro difensore centrale Luc Steins contro le barriere.

Anche il Montpellier è in ripresa

Colpito involontariamente da Bastien Kermouche, l'olandese ha tenuto la testa prima di rialzarsi con una smorfia e poi riprendere il gioco. Sul fronte più positivo, il PSG ha registrato il ritorno di Mathieu Grébille, guarito dall'infortunio al polpaccio. Ancora in tensione a un quarto d'ora dalla fine (27-24, 44esimo), il Paris si è affidato a Léo Plantin e al suo successo nel lancio da sette metri (3 su 3) e a Marchan per far piegare il Dijonnais. In classifica il PSG ha tre punti di vantaggio sul Nantes ed è sempre più vicino al titolo a tre giornate dalla fine del campionato.

READ  Matteo Berrettini annuncia il suo pacchetto per il Roland-Garros

Il Montpellier completa il podio e mantiene una magra speranza di raggiungere l'H in caso di un passo falso seriale del secondo classificato. L'MHB, rovesciato a Kiel (21-31, 39-30 vittoria all'andata), vinta contro Saran (33-27). I giocatori di Patrice Canayer sono volati via nella ripresa (da 18-14 a 22-15) senza preoccuparsi. In porta, Rémi Desbonnet ha effettuato 18 parate, il doppio della coppia di portieri avversari (Yann Genty e Ivan Panjan) mentre Sebastian Karlsson e Alexis Berthier (5 gol ciascuno) hanno alimentato le marcature.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *