Qual è lo scopo delle operazioni di peso della 24 Ore di Le Mans?



Ferrari, Lamborghini, Porsche, Toyota o Peugeot, tutti devono sottoporsi ai controlli tecnico-amministrativi, meglio conosciuti come Pesatura. Per due giorni, venerdì e sabato, 62 vetture di tutte le categorie passeranno davanti al pubblico nel centro di Le Mans.

Controlli per autisti e auto

L'interesse principale della Pesatura, per l'organizzazione e le squadre, è quello di effettuare tutti i controlli regolamentari. Peso, larghezza, lunghezza, altezza delle pinne, ma anche sicurezza dell'abitacolo, i più piccoli dettagli delle vetture vengono esaminati da vigili commissari. Le regole cambiano a seconda delle categorie (che confluiscono nel programma), ma anche a seconda delle vetture, con la «Bilanciamento delle prestazioni» (BoP).

Da parte loro anche i piloti si attengono ai controlli. Dovranno inoltre far controllare la patente, il casco e tutto il loro equipaggiamento affinché sia ​​conforme alla normativa. Anche loro salgono sulla bilancia, per sottrarre il loro peso alla vettura quando questa verrà pesata nuovamente in pista. Infine tutti davanti al pubblico per le foto ufficiali della squadra e l'incontro con la stampa.

Primo incontro con i tifosi

La location del ricevimento Pesage offre grande vicinanza al pubblico. Grandi e piccini possono vedere le vetture che passano a pochi centimetri di distanza, molto più vicine che in pista. Inoltre, coloro che non si recheranno al circuito durante la settimana di gara potranno comunque immergersi nell'atmosfera, poiché il peso è gratuito e aperto a tutti. L'occasione di scoprire le livree delle vetture, alcune delle quali create appositamente per la 24 Ore di Le Mans, come la vettura numero 20 del Team WRT, appositamente decorata dall'artista newyorkese Julie Mehretu.

READ  Agli US Open un francese può nascondere qualcos'altro

Sotto i riflettori ci sono anche i piloti. Sessione fotografica, autografi, i più fortunati possono trascorrere qualche secondo con gli atleti che vengono a salutarli.

Tempo di competizione per i conducenti

Per i protagonisti dell'evento, i piloti, è anche l'inizio di una settimana pazzesca, conclusasi con la gara. “In generale sono molto emozionato per questo momento perché è il primo incontro della settimana 24 Ore. Siamo in contatto con tutta questa folla; è allora che ci rendiamo conto che non si tratta di una semplice gara, ma di un evento unico. Sono anche i primi momenti con la presentazione dell’intero equipaggio, è un momento davvero orgoglioso per me”ha dichiarato il britannico Harry Tincknell all'Automobile Club de l'Ouest (ACO), dopo la sua partecipazione nel 2018.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *