Quali rotte sono più colpite da forti turbolenze aeree?


Il recente incidente mortale avvenuto durante un volo della Singapore Airlines è l'occasione ideale per rievocare le tratte più soggette a forti turbolenze. Ma se oggi è possibile evitare le rotte più turbolente, in futuro le difficoltà saranno ancora più numerose. In effetti, il riscaldamento globale dovrebbe esserne la causa aumento di questi disturbi in un futuro abbastanza prossimo.

Morte sul volo della Singapore Airlines

Ricordiamo innanzitutto che la turbolenza in un aereo si verifica quando l'aereo attraversa una zona di aria instabile, principalmente a causa dei fronti atmosferici e dei wind shears. Tuttavia, sebbene da soli non possano causare incidenti, generano notevole ansia tra i passeggeri in cabina e allungano i tempi di viaggio, il che rappresenta un costo significativo per le aziende. Il forte scuotimento a volte può causare drammi all'interno degli aerei.

Il 21 maggio 2024, il volo Singapore Airlines SQ321 Londra-Singapore ha subito una turbolenza molto grave mentre sorvolava la Birmania. I 211 passeggeri e i 18 membri dell'equipaggio furono lanciati in tutte le direzioni con un triste esito: un morto e un centinaio di feriti. Il Boeing 777 che operava il volo è stato costretto ad effettuare un atterraggio di emergenza a Bangkok (Thailandia). Anche l'azienda affermato hanno modificato il proprio protocollo di sicurezza a bordo. D'ora in poi il personale non distribuirà pasti o bevande finché sarà esposto il segnale “allacciate le cinture”.

turbolenza nella cabina dell'aereo
Crediti: Ranimiro Lotufo Neto / iStock

Le rotte aeree con più turbolenze

Ricorda che da diversi mesi la piattaforma Turbli offre una mappa globale della turbolenza. Inoltre, questa stessa piattaforma ha pubblicato la classifica delle dieci rotte più colpite dalle turbolenze nel 2023 dopo aver analizzato più di 150.000 collegamenti aerei. Eccoli :

READ  Scoperta di un calamaro di acque profonde che incuba uova giganti

Santiago (Cile) – Santa Cruz (Bolivia)
Almaty (Kazakistan) – Bichkek (Kirghizistan)
Langzhou (Cina) – Chengdu (cinese)
Chubu Centrair (Giappone) – Sendai (Giappone)
Milano (Italia) – Ginevra (Svizzera)
Lanzhou (cinese) – Xianyang (cinese)
Osaka (Giappone) – Sendai (cinese)
Xiangyang (Cina) – Chengdu (Cina)
Xiangyang (Cina) – Chongqing (Cina)
Milano (Italia) – Zurigo (Svizzera)

Se è più o meno possibile pianificare il viaggio in modo da evitare le zone più turbolente, sappi che le turbolenze dovrebbero essere sempre più numerose a causa del riscaldamento globale. Secondo uno studio pubblicato nel 2017, questo aumento riguarderà la turbolenza leggera (+59%), la turbolenza da leggera a moderata (+75%), la turbolenza moderata (+94%), la turbolenza da moderata a forte (+127%) e le turbolenze più grave (+ 149%).





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *