Quando il FFF pone le persone a mobilità ridotta dietro gli obiettivi



Alexandre Bur è stato felice di vedere Wendie Renard e la sua band suonare al Saint-Symphorien, lo stadio a cui è abituato, a Metz. Si disilluse rapidamente quando scoprì la sua collocazione per l'incontro tra Les Bleues e l'Irlanda, giocato il 5 aprile (1-0 per i francesi): “Quando ho ricevuto il biglietto mi sono reso conto che ero in prima fila, all’altezza del campo, dietro la porta. » Una posizione molto scomoda, dato che il giovane è disabile, ha mobilità ridotta e quindi non può alzarsi dalla sedia a rotelle. Aveva però acquistato un biglietto presso la tribuna della Mosella Sud, laterale, dove si trova abitualmente per le partite dell'FC Metz. “Ma era chiuso per l’occasione” specifica. Chiuso al grande pubblico, poiché riservato alle famiglie delle giocatrici e alla FFF, in particolare a Jean-Michel Aulas, vicepresidente vicario della squadra femminile francese.

Primo arrivato, primo servito

La FFF fornisce la sua spiegazione: “I tifosi con mobilità ridotta sono stati inizialmente posizionati nella tribuna della Mosella Sud, come sono abituati, ma non era aperta al pubblico perché non c'erano abbastanza richieste di biglietti, non giocavamo, non c'era tutto esaurito. Li abbiamo posizionati in luoghi esistenti utilizzati per tutta la stagione dall'FC Metz. » Secondo le nostre informazioni, il club dei Lorena non colloca mai le persone a mobilità ridotta (PRM) dietro le porte, ma solo a lato. Il FFF riprende: “Non potevamo lasciarli soli in questo stand, per questo abbiamo attivato un servizio di sicurezza appositamente per loro. Il nostro obiettivo era riunire il più possibile i tifosi, sia visivamente che per ragioni di sicurezza. »

READ  Una quota nella fossa olimpica per Mélanie Couzy

« Nel secondo periodo non ho visto quasi nulla perché i francesi hanno attaccato tutto »

“Sono rimasto dietro la porta per tutta la partita, continua Alexandre Bur. Sono stato fortunato perché ho potuto vedere l'unico gol della partita, dal lato del campo in cui mi trovavo. » Non è stato così per gli altri quattro PMR, piazzati dietro l'altra porta. “Del secondo periodo invece non ho visto quasi nulla perché i francesi hanno attaccato tutto « , Ha aggiunto. La FFF risponde così “Non c'è alcuna difficoltà di visibilità, ma c'è la presenza del plexiglass protettivo. » Il tifoso aveva comunque pagato il posto del suo accompagnatore (il biglietto è gratuito per i disabili su sedia a rotelle) nella categoria 1, nella tribuna della Mosella Sud: « Sono stato declassato. » La FFF, che smentisce il termine “ declassamento ”, gli ha rimborsato la differenza. Lui però non si è scoraggiato e andrà a vedere la partita di Kylian Mbappé e compagni contro il Lussemburgo, in programma il 5 giugno nello stesso stadio Saint-Symphorien.

Alexandre Bur non dovrebbe vivere la stessa disgrazia, visto che la partita si giocherà a porte chiuse e che le due tribune laterali saranno aperte al pubblico e ai disabili, con 51 posti in poltrona. Ma dietro la porta si troveranno 25 tifosi a mobilità ridotta, corrispondenti al numero di posti loro riservati nella porta posteriore. “I posti vengono assegnati in base all’ordine di arrivo” spiega il FFF. Dovevi sbrigarti ad acquistare il posto del tuo accompagnatore in categoria 1, a 55 euro, per essere sicuro di vedere la partita in buone condizioni.

READ  Tim Merlier, vincitore della 3a tappa del Giro: “La vittoria più difficile della mia carriera”



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *