Quattro francesi nella top 10 dopo la seconda prova del Vaudreuil Golf Challenge



Dopo un ottimo cartellino da 65 giovedì, Sébastien Gros è riuscito a limitare i danni con il suo +1 questo venerdì. Il lionese ha iniziato malissimo la sua giornata con un doppio bogey su 10 e uno su 11. E anche se è riuscito a riprendersi con due birdie alle buche 12 e 15, il 34enne ha dovuto iniziare la sua rimonta tre tiri sopra il par. Due birdie gli permettono di restituire una carta da 73 (+1) e restare tra i primi 5.

Altri tre francesi nella top 10

Sébastien Gros non è l’unico giocatore a schierare i colori blu-bianco-rossi nella top 10 della classifica. In nona posizione (-5) si trovano Félix Mory, il giovane Oihan Guillamoundeguy (19 anni) e il dilettante Ugo Malcor. Quest’ultimo, residente alla Virginia Commonwealth University, ha ottenuto una bella carta di 69 (-3) grazie a quattro birdie e un unico bogey. È l’unico dei tre dilettanti a passare il taglio.

15 francesi su 49 se la passano

Un altro gruppo di quattro giocatori francesi esce dalla classifica al 28esimo posto (-3). Si tratta degli ex giocatori del DP World Tour Benjamin Hébert, Julien Quesne e Romain Wattel, accompagnati dal membro di Vaudreuil Pierre Pineau. Altri francesi si sono assicurati il ​​posto per questo fine settimana: Alexander Levy (-2, 36°), Mathieu Decottignies-Lafon e Martin Couvra (47° a -1). Finalmente Damien Perrier, Théo Brizard e Grégory Bourdy sono appena entrati nel taglio fissato a 0. Sono 58esimi. Da notare il ritiro di Gary Stal per un infortunio alla schiena ma soprattutto la squalifica di Clément Berardo quando era a -1 dopo 35 buche!

READ  Malato, Pello Bilbao abbandona durante la 12a tappa del Tour de France

Un trio al comando

Tre golfisti condividono il primo posto in classifica con un punteggio di -10. Il sudafricano Wilco Nienaber ha restituito una seconda carta da 67 (-5). Condivide il primo posto con l’australiano Jeff Guan e l’olandese Wil Besseling. Il Bataviano ha firmato la miglior carta di giornata (65) tra cui due aquile alle buche 8 e 18. “È passato un po’ di tempo dall’ultima volta che sono stato uno dei leader in vista del fine settimana, quindi sono emozionato per quello che ci aspetta. Cercherò di fare più o meno la stessa cosa dei giorni scorsi e spero che dia i suoi frutti” disse Wil Besseling.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *