Quattro medaglie francesi, Diaz Fortun e Tamberi danno spettacolo, Warholm e Bol si esibiscono agli Europei



Nel salto triplo ha fatto scalpore la prestazione eccezionale dello spagnolo Jordan Alejandro Diaz Fortun, autore di un quinto salto a 18,18 m (-0,3 m/s). Il nuovo campione europeo (23 anni) diventa semplicemente il terzo artista della storia dietro Jonathan Edwards (18,29 m) e Christian Taylor (18,21 m). Ha anche saltato 17,82 me 17,96 m.

Diaz Fortun ha battuto il portoghese Pedro Pichardo, anch'egli molto impressionante in 18,04 m (-0,6 m/s) al secondo tentativo. Amiens Thomas Gogois (23 anni) è andato cercare la medaglia di bronzo all'ultimo tentativo, con 17,38 m (-0,4 m/s), record personale (16,87 m). Jean-Marc Pontvianne è 6° (17,04 m) e Benjamin Compaoré 12° (16,05 m).

Il one man show di Tamberi

Nel salto in alto, Gianmarco Tamberi si è scaldato prima di fare… un one man show. L'italiano campione mondiale e olimpico ha superato i 2,29 m al terzo tentativo ma ha poi travolto il pubblico romano dominando l'ucraino Vladyslav Lavskyy, fermo a 2,29 m. Tamberi è poi riuscito a 2,31 m e poi a 2,34 m, simulando un infortunio al piede dopo questo salto. Abbastanza surreale. Ma non era finita. L'italiano ha poi superato 2,37 m al primo tentativo, nuovo record del campionato e migliore prestazione mondiale dell'anno. Un altro ucraino, Oleh Doroshchuk, si è classificato terzo con 2,26 m.

READ  Colossal Montpellier contro Kiel nell'andata dei quarti di finale di Champions League

Il decathlon è stato vinto dall'estone Johannes Erm (8.764 punti) davanti al norvegese Sander Skotheim (8.635) e Makenson Gletty (8.606), che raggiunge i minimi olimpici come Kevin Mayer, 5° (8.476). Il due volte campione del mondo ha vissuto una giornata piena di suspense e persino di paura, superando il salto con l'asta di 5 metri al terzo tentativo.

I patroni Warholm et Bol

Senza alcuna sorpresa, il norvegese Karsten Warholm ha vinto agevolmente il suo terzo titolo europeo nei 400 ostacoli, in 46”98, nuovo record del campionato. Il campione olimpico e primatista mondiale della disciplina ha battuto l'italiano Alessandro Sibilio (47''50, record italiano) e lo svedese Carl Bengtstrom (47''94, record svedese).

Anche nei 400 ostacoli femminili nessuna sorpresa per il primo posto sul podio con la facile vittoria dell'olandese Femke Bol in 52''49, nuovo record del campionato e migliore prestazione mondiale dell'anno. Ma Medaglia d'argento di Louise Maraval (22 anni) in 54”23, un nuovo record personale, è ovviamente molto più inaspettato, dato che sta vivendo il suo primo grande campionato individuale. Completa il podio l'olandese Cathelijn Peeters in 54”37.

Dopo i 5.000 di pochi giorni fa, Nadia Battocletti ha vinto i 10.000 nell'atmosfera eccezionale che si può immaginare. In 30'51''32 il 24enne italiano ha stabilito il nuovo record nazionale. Già al penultimo giro ha preceduto l'olandese Diane Van Es (40'57''24) e la britannica Megan Keith (31'04''77). Nessuna donna francese è stata assunta.

Nel giavellotto vittoria dell'austriaca Victoria Hudson con 64,62 m davanti alla slovena Adriana Vilagos (64,42 m) e alla norvegese Marie-Therese Obst (63,50 m).



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *