Questa IA studierà i microfossili per comprendere meglio il passato della vita sulla Terra


Gli scienziati norvegesi hanno recentemente sviluppato un’intelligenza artificiale la cui missione è studiare microfossili presenti sul nostro pianeta. L’obiettivo? Scopri il passato della vita sulla Terra, da una prospettiva organica e geologica.

Un prezioso aiuto per i ricercatori

Studia ciascuno dei miliardi di microfossili presente sulla Terra ci insegnerebbe molto sul passato della vita sulla Terra. Tuttavia, avviare un progetto del genere è molto difficile senza aiuto, anche per un gruppo di ricercatori altamente motivati. Recentemente un team dell’Università di Tromsø (Norvegia). ha sviluppato l’intelligenza artificiale per portare avanti questo tipo di ricerca che costituisce un vero e proprio lavoro certosino, come spiegato in una pubblicazione sulla rivista Intelligenza artificiale nelle geoscienze risalente al 14 giugno 2024.

Ricorda che i microfossili sono elementi la cui dimensione è inclusa tra 5 e 500 micrometrio mezzo millimetro. I più antichi sono i palinomorfi, vecchi di diversi milioni di anni e circa 500 milioni per i più anziani. Inoltre, il maggior numero di questi microfossili si trova nelle rocce sedimentarie. In particolare permettono di valutare l’età degli strati rocciosi e possono fornire un quadro generale delle condizioni climatiche dell’epoca.

microfossili
Esempio di microfossili. Crediti: Osservatorio della Terra della NASA

Una procedura in due fasi

Gli scienziati norvegesi hanno immaginato un procedura in due fasi con l’intelligenza artificiale della loro creazione in carica. Il primo passaggio consiste nell’utilizzare un modello di rilevamento degli oggetti preaddestrato. Si tratta di un’intelligenza artificiale chiamata YOLOv5, in grado di identificare ed estrarre singoli microfossili da immagini HD (o diapositive).

Nella seconda fase i ricercatori fanno domanda tecniche di apprendimento autogestito. L’obiettivo qui è addestrare modelli di intelligenza artificiale in grado di estrarre le caratteristiche dei microfossili rilevati. Tuttavia, questo metodo integra un efficiente sistema di classificazione che non richiede non è necessaria un’enorme potenza di calcolo. Inoltre, man mano che i microfossili vengono classificati, l’intelligenza artificiale guadagna in prestazioni nell’etichettarli e nell’integrarne i dati. Pertanto, la base di conoscenze e competenze dell’IA è in costante progresso.

READ  Verso un’industria più verde

Se l’automazione della classificazione dei microfossili potrà supportare efficacemente la ricerca di conoscenze sul passato della vita sulla Terra, sono possibili altre applicazioni. Ad esempio, gli scienziati hanno discusso la possibilità di utilizzare l’intelligenza artificiale per ottimizzare progetti di cattura e stoccaggio del carboniol’esplorazione del sottosuolo a fini di sfruttamento o anche come parte della previsione di futuri cambiamenti ambientali.





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *