Questi ricercatori hanno unito riso e muscolo di manzo


In Corea del Sud, gli scienziati hanno recentemente sviluppato riso coltivato in laboratorio per supportare le cellule muscolari e adipose della carne bovina. Per gli scienziati, questa “carne di riso” potrebbe rappresentare una soluzione alle future sfide dell’umanità in termini di sicurezza alimentare.

Un riso-beef dall'interessante profilo nutrizionale

Secondo l’ONU, la fame nel mondo stava colpendo 828 milioni di persone nel 2021con un incremento di circa 46 milioni rispetto al 2020. Scienziati da tutto il mondo cercando di trovare soluzioni a questa insicurezza alimentare legata a diversi fenomeni come la crisi climatica et l’espansione delle città. Alcuni sono già applicati, come le fattorie urbane verticali, gli alimenti a base di alghe o insetti o addirittura Cibo stampato in 3D o coltivato in laboratorio.

Sembra che i ricercatori sudcoreani abbiano fatto un passo avanti interessante e sorprendente, descritto dal giornalista Jude Coleman nella rivista Natura il 14 febbraio 2024. Questo è un riso da laboratorio coltivato per accogliere cellule muscolari e adipose del manzo. Questo “carne di riso” è quindi il risultato dello sviluppo di queste cellule ibride immerse in un ambiente favorevole.

Dal punto di vista del gusto, secondo gli esaminatori, il cibo in questione è più solido e ha un sapore più nocciolato. Tuttavia, l’interesse di questa innovazione non risiede nel suo gusto, bensì nel il suo profilo nutrizionale. Ricordiamo che questo cereale è già interessante per il suo contenuto di proteine ​​vegetali, minerali e oligoelementi e per la bassa presenza di lipidi. Ma anche il “riso-manzo” concentra queste qualità, ma contiene anche grassi e proteine ​​animali.

READ  Secondo questo fisico, l'umanità vive in una simulazione al computer
ris
Crediti: Eivaisla / iStock

Impronta di carbonio e prezzi più vantaggiosi

IL principale difficoltà di questa ricerca consisteva nel far aderire le cellule animali al chicco di riso. Per raggiungere questo obiettivo, i ricercatori hanno sviluppato un rivestimento che incorpora gelatina di pesce e transglutaminasi microbica, un additivo generalmente utilizzato nell’industria alimentare per aumentare la durata di conservazione degli alimenti. Pertanto, le cellule muscolari e adipose del manzo hanno potuto attaccarsi più efficacemente al cereale e quindi svilupparsi correttamente. Secondo gli autori dello studio il “rice-beef” richiede una settimana di crescita.

Il nuovo riso dei ricercatori sudcoreani potrebbe aggiungersi all'elenco delle possibili soluzioni per garantire la sicurezza alimentare globale. Ciò potrebbe infatti comportare la scoperta di fonti alternative di proteine ​​o una migliore efficienza della produzione animale convenzionale. Dovresti sapere che contiene « carne di riso ». 7% in più di grassi e 9% in più di proteine rispetto al riso classico. Inoltre il prezzo al chilogrammo è più vantaggioso rispetto a quello della carne bovina, nonostante un prezzo più alto rispetto a quello del riso classico. Nel caso in cui la “carne di riso” diventi oggetto di produzione di massa, potrebbe rappresentare un alternativa economicamente e nutrizionalmente valida nelle aree colpite dalla fame e dalla malnutrizione.

Parliamo infine di un altro aspetto positivo di questo nuovo alimento: la sua impronta ecologica. Secondo l'INRAE, la produzione di un chilogrammo di carne bovina rilascia 27 kg di gas serra. In totale, la produzione di carne bovina rappresenta quasi il 15% delle emissioni globali di gas serra. Tuttavia, la “carne di riso” presenta un’impronta di carbonio inferiore rispetto a questa carne.

READ  Scoperta di un fossile di “Kermit la rana” di 270 milioni di anni fa





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *