Questi sono i piercing più antichi mai identificati


La recente scoperta di ornamenti preistorici in pietra e vetro vulcanico in un insediamento neolitico in Turchia offre una prospettiva affascinante sulle pratiche culturali dell'umanità 11.000 anni fa. Questi ornamenti, composti da 106 elementi chiaramente destinati ad essere usati come piercing, sono stati trovati attorno alle orecchie e alla bocca degli scheletri sepolti nel sito di Boncuklu Tarla. Oggi rappresentano i piercing più antichi del mondo.

Una scoperta eccezionale

Precedenti reperti alludevano a perforazioni decorative del corpo risalenti al almeno 12.000 anni. Tuttavia, a differenza di altri manufatti preistorici simili, questi ornamenti sono stati ritrovati intorno alle orecchie e alla bocca degli scheletri, indicando che erano sicuramente usati come piercing. Questi accessori corporali sono stati rinvenuti nelle sepolture di Campo di perline, un sito neolitico in Türkiye. Risalgono a circa 11.000 anniche ci riporta agli inizi del Neolitico.

Lo studio rivela che questi manufatti, principalmente realizzati in pietra calcarea, ciottoli di fiume o ossidiana, erano di sette tipi diversi : alcuni sono stati identificati come piercing all'orecchio, mentre altri erano situati nella zona del collo, della cassa toracica o vicino al mento, indicando che erano usati come labrets, un tipo di bottone per labbra.

L'analisi osteologica ha evidenziato particolari segni di usura sugli incisivi inferiori di un individuo, probabile conseguenza di contatto ripetuto con una pietra forata sotto il labbro inferiore. Questa scoperta suggerisce che questi ornamenti non fossero semplicemente elementi decorativi, ma che lo fossero indossato funzionalmenteche quindi influenzava il modo in cui gli individui parlavano, mangiavano e respiravano.

READ  Sul lato nascosto della Luna, la Cina deve risolvere questo mistero
penetrante
I ricercatori hanno scoperto sette diversi tipi di piercing. Crediti: Boncuklu Tarla Excavation Archive/Baysal et al., Antichità 2024

Il piercing, rito di passaggio all'età adulta?

Ciò che rende questa scoperta ancora più intrigante è che gli ornamenti sono stati trovati solo in tombe di adulti, suggerendo che fosse probabile un piercing legati ai rituali di passaggio dall’infanzia alla maturità. In particolare, i ricercatori ritengono che queste pratiche potrebbero essere state intese a introdurre gli adolescenti più grandi all’età adulta, inducendo cambiamenti fisici e sensoriali significativi.

Questi risultati offrono quindi una visione sorprendente delle complesse pratiche di ornamentazione di questa comunità neolitica e evidenziano l’esistenza di un mondo simbolico sviluppato che si esprimeva attraverso il corpo umano. Inoltre, la scoperta conferma che tradizioni come il body piercing, che ancora oggi sono parte integrante della nostra vita, erano già ben radicate più di 10.000 anni fa, quando le prime comunità umane si stabilirono in villaggi permanenti nell’Asia occidentale.

I dettagli dello studio sono pubblicati sulla rivista Antichità.





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *