Questo è il più antico rettile marino dal collo lungo del mondo


Una seconda analisi approfondita può rivelare dettagli nuovi e sorprendenti, anche decenni dopo una scoperta iniziale. Questo fossile è l’esempio perfetto. I ricercatori hanno recentemente esaminato i resti fossili di un rettile marino risalenti a 247 milioni di anni fa, 106 anni dopo la sua prima descrizione. Questo riesame alla fine ha portato ad una conclusione notevole: Trachelosaurus fischeri è oggi considerato il più antico rettile marino dal collo lungo esistente al mondo.

Un vero mal di testa

Scoperto originariamente nel 1918 negli strati di arenaria di Buntsandstein a Bernburg an der Saale, in Germania, Trachelosaurus fischeri è stata a lungo circondata da confusione e polemiche riguardo alla sua classificazione. Le prime descrizioni lo descrivevano come un rettile di modeste dimensioni tra 150 e 170 centimetri di lunghezzacon testa piccola, collo estremamente lungo costituito da circa 21 vertebre, arti corti e coda di media lunghezza.

Tuttavia, a causa della dispersione dei resti fossili all'interno della roccia e della loro disposizione non anatomica, diversi ricercatori hanno ipotizzato che essi siano stati rinvenuti nel corso degli anni ha messo in discussione questa interpretazione.

Di conseguenza, il fossile di Trachelosaurus fischeri è stato oggetto di numerose revisioni e modifiche di classificazione. Alcuni hanno proposto che si tratti di un protorosauro appartenente all'ordine degli Squamates, mentre altri hanno suggerito di assegnarlo ad una famiglia a sé stante, la Trachelosauridae. Questa incertezza persistette per decenni, con i ricercatori incapaci di determinare le strette relazioni di questo esemplare con altri fossili simili.

Dottor Stephan Spiekmanrinomato esperto in questo campo presso il Museo Nazionale di Scienze Naturali di Stoccarda, e il suo team hanno recentemente fornito chiarimenti cruciali su Trachelosaurus fischeri.

Un nuovo clade

I ricercatori hanno confrontato le caratteristiche anatomiche del fossile di Trachelosaurus fischeri con altri fossili di rettili marini simili, inclusi Dinocephalosaurus orientalisper identificare somiglianze e differenze significative. Questo confronto ha permesso di determinare le relazioni filogenetiche tra le diverse specie e di raggruppare quelle che condividono caratteristiche anatomiche simili.

READ  La foglia d'oro più sottile del mondo ha lo spessore di un solo atomo

I ricercatori hanno poi identificato caratteristiche uniche in Trachelosaurus fischeri, come la sua particolare struttura ossea, la disposizione delle sue vertebre, la forma del suo cranio e in particolare l'eccezionale lunghezza del suo collo. Erano essenziali per distinguere questa specie dagli altri rettili marini e per determinare la sua importanza nell'evoluzione dei rettili marini dal collo lungo.

Trachelosaurus fischeri.  porto turistico per rettili
Confronto di Trachelosaurus fischeri con altri rettili marini tanysauri. Crediti: Spiekman et al., Swiss Journal of Paleontology, 2024

Sulla base delle somiglianze anatomiche e delle relazioni filogenetiche rivelate dall'analisi comparativa, i ricercatori hanno proposto la creazione di un nuovo clade chiamato Tanysauria. Quest'ultimo quindi riunirebbe Trachelosaurus fischeri, ma anche altri esemplari di rettili marini accomunati da caratteristiche anatomiche simili. Inoltre, con circa 247 milioni di anni, Trachelosaurus fischeri ora apparirebbe come il più antico rettile marino dal collo lungo mai chiaramente identificato.

A quel tempo si evolse nei mari poco profondi vicino all'attuale Germania, come dimostrano le impronte di tetrapodi rinvenute su alcune lastre fossili.

I dettagli dello studio sono pubblicati in Giornale svizzero di paleontologia.





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *