Questo tesoro contiene metallo extraterrestre più prezioso dell'oro


Alcuni mesi fa, uno studio ha evidenziato la presenza di ferro meteoritico in oggetti riesumati in Spagna all'inizio degli anni '60, tuttavia, risulta che il tesoro in questione ha più di 3.000 anni ed è quindi più antico dell'avvento dell'età del ferro nella regione.

Due oggetti studiati a fondo

Il Tesoro di Villena è a insieme di oggetti preziosi scoperto nel 1963 dall'archeologo José María Soler García, nella provincia di Alicante (Spagna). Una sessantina di oggetti compongono questo tesoro (braccialetti, bottiglie, spille e altri), la maggior parte dei quali sono d'oro e alcuni altri sono di ferro e argento.

Pubblicato sulla rivista Opere di preistoria nel dicembre 2023, uno studio condotto da storici iberici ha ha evidenziato due oggetti in particolare : un braccialetto ossidato e una semisfera cava decorata in oro (vedi foto sotto). Il fatto è che questi due oggetti erano realizzati con un materiale ancora piuttosto raro per l'epoca. I ricercatori hanno effettuato analisi dalle quali è emerso che si trattava di ferro meteoritico (cioè proveniente dallo spazio), un metallo molto più raro.

Tesoro di Villena
Crediti: Istituto di Storia, Consiglio Superiore della Ricerca Scientifica
Tesoro di Villena
Crediti: Istituto di Storia, Consiglio Superiore della Ricerca Scientifica

La datazione effettuata sui due oggetti ha permesso di determinare che risalgono ad un periodo localizzato tra 1.500 e 1.200 av. J.-C., cioè ben prima dell'avvento dell'età del Ferro nell'area corrispondente all'attuale Spagna. Questo periodo corrisponde più alla tarda età del bronzospiegando anche la rarità del metallo rinvenuto durante queste analisi.

Conoscenza molto precoce del ferro

Per differenziare il ferro di origine meteoritica dal ferro terrestre, gli autori dello studio hanno effettuato analisi di spettrometria di massa. Inizialmente l'obiettivo era determinare il contenuto di nichel degli oggetti. Il nichel, infatti, è maggiormente presente nei metalli di origine meteoritica. Tali analisi hanno poi rivelato la presenza di quest'ultimo nel bracciale e nella semisfera cava, nonostante a stato di corrosione avanzata.

READ  ecco come appare realmente il Titanic sul fondo dell'acqua

Questa scoperta suggerisce quindi che gli artigiani dell'epoca possedessero un conoscenza approfondita del ferro, un metallo che richiedeva temperature più elevate per funzionare. Inoltre, queste conoscenze erano davvero avanzate, perché il ferro meteoritico è più fragile, a causa della sua composizione. Richiede quindi una temperatura di fusione più elevata, ma anche un raffreddamento più lento.

Sappiate infine che la presenza di ferro meteoritico non è stata scoperta solo nel Tesoro di Villena. Infatti questo materiale è presente anche in diversi oggetti della dinastia Shang (Cina) o addirittura nel pugnale di Tutankhamon (Egitto).





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *