Rafael Nadal, dopo la qualificazione agli ottavi di finale di Madrid: « Sono più imprevedibile di prima »



“Dopo più di tre ore di combattimento contro Pedro Cachinsei preoccupato di giocare di nuovo il giorno dopo?
Ecco come funziona il torneo. Devo trovare il modo di giocare più giorni di fila e rimanere comunque competitivo. Non so se sono già arrivato. Vediamo cosa succede domani (martedì). Ma proverò. Farò tutto il necessario per essere pronto. Quindi non sono affatto preoccupato. Sono semplicemente felice di tornare di nuovo in campo domani.

“Nessuno sa come mi sveglierò domani mattina”

È un buon segno questa lunga partita della giornata, un mese prima del Roland-Garros?
È positivo, non sento che ci sia qualcosa che non va nel mio corpo, ma devo aspettare fino a domani, ad essere onesto al 100%. Non ho la stessa sensazione negativa che avevo a Brisbane (a gennaio)dove ho sentito qualcosa durante la partita contro Jordan Thompson (La risonanza magnetica ha rivelato un piccolo strappo). Ma nessuno sa come mi sveglierò domani mattina. Non lo dico per tutelarmi. Parlo dal cuore e dico esattamente i sentimenti che provo in questo momento.

La settimana scorsa ti sei allenato con Jiri Lehecka. Alla vigilia di affrontarlo agli ottavi dici a te stesso che il tuo livello è diverso da quello di qualche giorno fa?
Lo spero, perché la settimana scorsa ho perso (sorriso). Ma non lo so. Non posso prevedere quale livello mostrerò domani. Sono più imprevedibile di prima. Prima non ero un giocatore molto imprevedibile. Sono stato molto costante in termini di emozioni e livello di tennis. Ogni giorno miglioro un po', ma sono ancora più o meno stabile, giusto? »

READ  Tino Kadewere resta a Nantes per tre anni



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *