Record francese per Capucine Viglione, 6 scalatori francesi nella semifinale del TQO in combinata



Un record francese per lanciare la sua competizione a Shanghai. La campionessa francese Capucine Viglione ha messo a dura prova questo venerdì grazie al tempo di 6''68, migliorando di tre centesimi il proprio punteggio, durante le qualificazioni di velocità per le « Olympic Qualifier Series », primo degli ultimi due tornei di qualificazione alle Olimpiadi del 2024. Games, che riunisce quattro sport all'interno dello stesso parco urbano.

Capucine Viglione ha così conquistato il 3° posto in qualifica. Si qualificano per la fase finale di sabato anche Lison Gautron (13° con 7''166) e Manon Lebon (14° con 7''167). Brutte operazioni invece per Victoire Andrier (23° con 7''62), Guillaume Moro (17° con 5''34), Pierre Rebreyend (24° con 5''48), rimasti in qualifica.

Nella combinazione blocco/difficoltà, la giovane guardia azzurra si è qualificata bene per la semifinale di sabato, con il trio Paul Jenft (5° con 137,6 punti), Sam Allez (6° con 132,9 punti) e Mejdi Schalck (9° con 120,6 punti). Stessi risultati per Zélia Allez (10a con 112,8 punti), Manon Hily (13a con 109,4 punti) e Fanny Gibert (15a con 106,3 punti). Non funziona invece per Mickaël Mawem (42esimo con 46,1 punti) e Hélène Janicot (21esimo con 88,6 punti).

Giuseppe Garbaccio in buona forma

Nello skateboarding il leader dei Blues si chiama Joseph Garbaccio. Le Havre ha ottenuto un promettente 5° posto nelle qualifiche stradali e sarà l'unico francese in semifinale, in assenza di Aurélien Giraud (vicolo cieco) e Vincent Milou (infortunato). Lucie Schoonheere, migliore francese nello street, è salita al primo posto in semifinale (17°). Charlotte Hym ha 25 anni, Jéromine Louvet 38.

Nel parco, anche Louise-Aina Taboulet ha raggiunto le semifinali (10a nelle qualificazioni) mentre Emilie Alexandre, 17a, è salita fino a un posto tra le prime 16 qualificate. Madeleine Larcheron, la più giovane atleta francese alle Olimpiadi di Tokyo, è arrivata 30esima. Tra gli uomini, nessun azzurro è riuscito ad arrivare in finale: Edouard Damestoy è il miglior tricolore (25°), davanti a Tom Martin (28°), Vincent Matheron (29°) e Noé Montagnard (39°).

Anthony Jeanjean solido

Nel BMX freestyle park, meno di una settimana dopo la vittoria i Mondiali di Montpellier, Anthony Jeanjean ha fornito l'essenziale conquistando il 4° posto (con una media di 86,75 punti) nelle qualifiche dominate dall'americano Markus Christopher (89,07 punti). Kevin Fabregue si è classificato 18° (con una media di 71,07 punti), lontano dai primi 12 e non giocherà la finale, così come Laury Perez, recente vincitore della Coppa del Mondo di Montpellier, 14° (58,74 punti).

READ  Alizé Cornet impotente contro Emma Navarro nel primo turno dello Strasburgo Internationaux



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *