Richard Gasquet e la sua 1000esima partita nel circuito ATP: “Quasi miracoloso essere ancora lì”



È stato complicato, ha giocato bene, mi ha preso per la gola, ha colpito forte, ha servito bene. Nel secondo set ho palle break sull'1-0, posso farle, cambia la partita, soprattutto in quota. Avevo comunque un buon secondo set, lui era più forte di me.

Che sensazione ti dà entrare nel club dei giocatori con 1000 partite nel circuito ATP?
L'ho visto ieri (Mercoledì), è grandioso giocare 1000 partite, è tantissimo. Una vittoria o una sconfitta, è aneddotico. È un grande risultato per me.

“Con Verdasco sono il peggiore degli altri”

Ti unisci a questo circolo Ivan Lendl, Jimmy Connors, Roger Federer, Rafael Nadal, Novak Djokovic…
Con (Fernando) Verdasco, io sono il peggiore degli altri. Lendl, Connors, Federer, Nadal, Djokovic, sono dei mostri. Siamo indietro ma è comunque enorme, sono 50 partite a stagione per vent'anni. È un gran numero.

“Cercherò di godermelo ancora un po’”

Su tutti questi aspetti, dove ti trovi?
Il livello è più difficile. Oggi (GIOVEDÌ) per esempio, era più difficile. Ovviamente il livello si complica quando si compiono 38 anni. Ma è vero che è già grandissimo giocare, non pensavo di poter giocare a quell'età e fare 1000 partite. È già quasi un miracolo per me essere ancora qui in questo momento. Cercherò di godermelo ancora un po'. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *