Romain Langasque 3° al BMW International Open di Monaco, un colpo dietro ai leader Ewen Ferguson e Jordan Smith


La classifica si è notevolmente rafforzata alla fine di questa giornata commovente. In controllo dopo il taglio, Ewen Ferguson era due lunghezze davanti a Romain Langasque e cinque davanti al terzo posto, occupato da cinque giocatori. Dopo 54 buche giocate, ci sono ora quindici concorrenti entro cinque colpi. Questo terzo round ha favorito in particolare Jordan Smith, la cui giornata si è svolta grazie alla sua sequenza di corde di 15 metri per l’aquila a 11 e al chip-in per birdie a 12. Autore di una fantastica carta da 66 (altri quattro birdie, un bogey), questo le prestazioni gli consentono di salire sulla sedia della leadership.

Ferguson ripreso e Langasque ancora in corsa

“Domani il punteggio sarà basso, quindi penso che dovremo rimanere aggressivi quando possiamo. Dobbiamo sfruttare le opportunità di birdie. Non è mai perfetto, ma buche come la 11 e la 12 sono sempre utili. Era importante per lo slancio avvicinarsi il più possibile a Ewen. » Ancora meglio, l’inglese ha raggiunto Ewen Ferguson a -14 totale. Se lo scozzese è stato meno a suo vantaggio rispetto ai primi due round, è comunque riuscito a battere il percorso per la terza volta consecutiva siglando un punteggio di 71 (tre birdie, due spauracchi).

Allo stesso modo, Romain Langasque è stato inizialmente mal gestito questo sabato (un birdie, due spauracchi dopo cinque buche). Tuttavia, il francese ha resistito e ha sferrato superbi colpi di ferro (in particolare a 7 e 11) raccogliendo tre birdie aggiuntivi e invertendo la tendenza. Con questo record di 70, il vincitore dell’ISPS Handa Galles Open e 2020 si avvicina leggermente al comando e si classifica 3° (-13 in totale), insieme a Jens Dantorp.

READ  Seine-Saint-Denis nel tratto finale prima delle Olimpiadi del 2024

Guerriero retrogrado

Lo svedese ha guadagnato 21 posizioni in classifica realizzando un fantastico round di 64, il migliore della giornata (otto birdie, un’aquila, due bogey). Segue un trio al 5° posto (-12 in totale). Questo è composto da Matthew Southgate, Patrick Reed e David Micheluzzi. Rikuya Hoshino è solo all’ottavo posto (-10). Completano la top 10 sette giocatori che condividono la 9a posizione (-9). Troviamo lì Connor Syme, James Morrison, Thomas Bjorn, Matthis Besard, Thomas Aiken, Joe Dean e Ross Fisher.

Alle porte di questa top 10, Julien Guerrier ha completato il percorso del Golfclub München Eichenried in 71 colpi (quattro birdie, tre bogey) ed è sceso al 16° posto (-8 in totale). È davanti al connazionale Frédéric Lacroix, ora 21esimo (-7), dopo aver restituito un buon cartellino da 69 (tre spauracchi, un’aquila, quattro uccellini). Infine, Ugo Coussaud e Jeong weon Ko sono 44esimi (-4).



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *