Rugby League: la Francia in cerca di legittimità contro l’Inghilterra



È una data che ricorre ogni anno e che i Blues vorrebbero dimenticare: il 21 febbraio 1981, la Francia vinse a Leeds contro l’Inghilterra (5-1) prima di subire 22 sconfitte consecutive, di cui una feroce. 64-0 subiti l’anno scorso da una squadra francese pesantemente rinnovata, senza i suoi principali giocatori della Superlega.

Undici draghi catalani

Quest’anno, quando è l’ora dell’incontro con gli inglesi all’Ernest-Wallon (ore 18 in Via Occitanie), la situazione è cambiata. Mentre la Federazione francese di rugby celebra il suo 90° anniversario, l’allenatore Laurent Frayssinous e il suo staff hanno potuto schierare una squadra ultra-competitiva con sedici giocatori della Super League, tra cui undici dei Catalan Dragons e un giovane esterno Enzo Griffier, che gioca con la Sydney Galli U19.

« Abbiamo un gruppo di qualità con giocatori esperti come Benjamin Garcia, Théo Fages, Julian Bousquet… spiega Frayssinous, che farà affidamento su questi dirigenti dei Dragons, ma anche su Mickaël Goudemand (Leeds) o Hakim Miloudi (Londra). Per fare la squadra ci sono voluti discorsi complicati, una riflessione vera, ma è positiva. »

“Dobbiamo riportare la squadra francese sulla scena mondiale. Vogliamo impressionare”

READ  La FFBB annuncia il mantenimento di Tarbes nella Women's League

Laurent Frayssinous, allenatore dei Blues

Di fronte a George Williams e soci che esitavano all’idea di venire in Francia, ecco proprio nel bel mezzo della stagione Di fronte a una squadra poco competitiva, i Blues, che si sono incontrati mercoledì a Tolosa e che giovedì hanno giocato contro il TO, intendono fare una mossa. “ Questa è per noi una motivazione in piùammette il terzino Arthur Mourgue, presente l’anno scorso durante la debacle di Warrington. Abbiamo un gruppo molto più esperto dell’ultima volta, questa volta abbiamo delle aspettative. »

“Dobbiamo riportare la squadra francese sulla scena mondialecontinua Frayssinous. Vogliamo lasciare il segno. Incontriamo un’Inghilterra di qualità, ha vinto tre volte il Tonga lo scorso ottobre, si sta preparando per le Samoa, ha fatto una buona prestazione al Mondiale ma noi vogliamo dimostrare che contro le grandi siamo presenti. »

La squadra femminile francese che affronterà all’apertura del sipario (15:30) le inglesi, una nazione che non ha mai battuto, condivide questa stessa ambizione. Tutti finalmente vogliono avere un nuovo compleanno da festeggiare.

READ  Il trasferimento di Kylian Mbappé al Real Madrid manda nel panico i social network



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *