Ryad Merhy nettamente battuto ai punti da Jared Anderson



Scorso Vincitore di Tony Yoka, il belga Ryad Merhy (31 anni, 107 kg, 1,80 m, 32 vittorie di cui 26 prima del limite, ora 3 sconfitte) è stato battuto ai punti (90-100, 90-100, 91-99) dallo statunitense Jared Anderson (24 anni, 114 kg, 1,93 m, ora 17 vittorie, di cui 15 prima dei preliminari, 0 d.), sabato sera a Corpus Christi (Texas). Sfidante numero 4 WBO, 5 WBC e IBF e 13 WBA dei pesi massimi, quest'ultimo è considerata la più grande speranza attuale della categoria.

Ben protetto dalla sua guardia alta, Merhy si è impegnato raramente, mentre Anderson, che ha lavorato molto con la diretta, non ha mai cercato il ko. Alla fine dei dieci round, il belga è stato severamente criticato dai media americani per la sua mancanza di impegno , mentre gli spettatori cominciavano a fischiare dal secondo turno.

“È un grande successo per Ryad, perché non è un vero peso massimo, crede il suo agente, il belga Philippe Fondu. Non ha preso un colpo. La sua strategia era lasciare che Anderson boxasse i primi tre-quattro round. Sfortunatamente, come molti pugili che restano indietro, ti addormenti e poi non puoi iniziare. E lo stesso Anderson finì per non impegnarsi più. Questa è una prestazione peggiore per lui che per Ryad. Anderson ha dimostrato di non sapere cosa fare contro qualcuno che non va avanti. »

READ  Lennard Kämna rilasciato dalla terapia intensiva dopo uno scontro con un'auto

“Anderson, che non era mai in grado di accelerare (…), passava da mancino a destrorso, non sapendo cosa fare. Non lo vedo andare lontano”

Philippe Fondu, agente di Ryad Mehry

Innegabilmente, l'americano non ha lasciato un'impressione così forte come Mike Tyson quando ha iniziato negli anni '80. “Ogni volta che Riad accelerava, Anderson prendeva colpi, Fondu riprende. Tutti mi dicevano che il combattimento non sarebbe durato più di tre o quattro round. Sapevamo che Ryad aveva pochissime possibilità di vincere, perché non è un grande battitore, ma non era ridicolo. Anderson, che non è mai stato in grado di accelerare contro di lui, stava passando da mancino a destrorso, non sapendo cosa fare. Non lo vedo andare lontano. »

Merhy ha intenzione di scendere nella nuova categoria dei pesi massimi superleggeri (-101,605 kg), dove è lo sfidante numero uno del WBC, mentre Anderson avrà un incontro lunedì con i tribunali del Michigan. Il 29 febbraio è stato fermato per eccesso di velocità. L'ufficiale ha sentito odore di marijuana nel suo veicolo e ha scoperto una bottiglia aperta di tequila e una pistola. Rifiutando di farsi arrestare, Anderson fuggì con la sua macchina, prima di essere catturato. Ha poi beneficiato di una proroga per un altro caso lo scorso novembre.

READ  Urano e Nettuno nascondono una composizione sorprendente



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *