Saint-Quentin e Cholet si sono qualificati per l'ultima volta agli spareggi Betclic Élite



La Fenice sbatterà le ali oltre la stagione regolare. Promosso a Betclic Elite dopo aver rischiato di scomparire nel 2018, Saint-Quentin si è qualificato per gli spareggi sabato insieme a Cholet (vedi sotto). Contro lo Strasburgo nella locandina della 34esima ed ultima giornata, i giocatori di Julien Mahé hanno preso il sopravvento dopo l'intervallo (86-66) contro i SIGmen sopraffatti. Per la prima volta dal 2012, il club alsaziano non sarà alla fase finale, dopo aver disputato cinque finali consecutive dal 2013 al 2017 e poi essere andato molto vicino all'eliminazione del Monaco ai quarti di finale nel 2022.

Nel suo gremito centro sportivo Pierre-Ratte, Saint-Quentin ha preso il comando al via (26-13, 9°) grazie in particolare all'abilità esterna di Loïc Schwartz (12 punti), uno dei cinque sopravvissuti all'avventura in Pro B. Ma il SIG di Massimo Cancellieri ha stretto qualche bullone in difesa e ha trovato un po' di abilità per rimontare prima dell'intervallo (36-37, 18°), sotto la guida del leader Phil Booth.

Di fronte ad un avversario più esperto, la giovinezza e il coraggio della SQBB hanno finalmente fatto la differenza, come Nolan Traoré (17 anni), bluffatore in creazione (7 punti, 8 assist) e autore di un lay-up toccando sopra la tesa le braccia di Nysier Brooks nel cuore della “corsa” di Saint-Quentin (63-50, 29). Senza soluzioni contro Mathis Dossou-Yovo (18 punti) in carica, lo Strasburgo conclude la sua stagione questo sabato, tra due settimane dopo aver affrontato il Digione nella finale della Coupe de France.

READ  I giocatori del Montpellier Arnaud Nordin e Lucas Mincarelli squalificati per due partite

Cholet frustra Digione

Il Dijonnais è l'altro grande perdente della serata, colpa dello Cholet. Per l'ultima partita di stagione regolare di Laurent Vila, il club di Mauges ha quasi mancato l'ottavo biglietto negli spareggi contro lo Chalon (87-77). Il “CB” perde subito Erik Stevenson, apparentemente vittima di un guasto nel bel mezzo di un contropiede. Costretto a lottare contro Aleksej Nikolic (14 punti, 8 assist), Cholet è addirittura sotto nell'ultimo quarto (70-71, 33esimo).

Ma TJ Campbell (10 punti, 10 assist) e Neal Sako (18 punti, 10 rimbalzi) hanno rimesso in moto la macchina fino alla pugnalata finale: questo canestro pluripremiato di Vojtech Hruban, pareggiato dopo esitazione (82-75, 38°). Allo stesso tempo, il Dijon si è assicurato la vittoria contro Le Mans (87-77), ottenuta soprattutto grazie all'indistruttibile David Holston e ai suoi 17 punti nel primo tempo.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *