Samba-Mayela, Lazraq-Khlass, Jacobs… Cosa ricordare della seconda serata degli Europei



La squadra francese ha aperto il suo medagliere sabato agli Europei di Roma grazie a Cyréna Samba-Mayela e Auriana Lazraq-Khlass. Il primo vinse il titolo europeo nei 100 ostacoli e contemporaneamente cambiò dimensione. In testa fin dal secondo ostacolo, la francese ha vinto in 12''31 (+0,8 m/s), nuovo record francese (l'aveva già portata a 12”43 in semifinale) e la migliore performance globale dell'anno.

Diventa così la decima interprete mondiale di tutti i tempi. Ha battuto la svizzera Ditaji Kambundji (12''40) e la polacca Pia Skrzyszowska (12''42) e ha ottenuto un successo che la rende una speranza di medaglia per i Giochi Olimpici di Parigi.

Poco prima, Auriana Lazraq-Khlass, 25 anni, aveva creato una sorpresa arrivando seconda nell'eptathlon, con un totale di 6.635 punti, dietro alla due volte campionessa olimpica belga Nafissatou Thiam (6.848 punti). Con questo totale la francese ha raggiunto il minimo per i Giochi Olimpici di Parigi, ovvero 6.480 punti. Per ottenere questo podio, la protetta di Julien Choffart ha battuto o eguagliato 6 record personali e ha fatto esplodere il suo record personale, che solo poche settimane fa era pari a 6.209 punti.

Raphaël Mohamed ai piedi del podio

La serata poteva essere ancora più ricca per gli azzurri. A soli due centesimi da Raphaël Mohamed (finalmente quarto) conquistare, con il tempo di 13''45, la medaglia di bronzo nei 110 ostacoli su cui l'italiano Lorenzo Simonelli ha concluso in 13'05 (+0.6 m/s). ). È stato uno dei tre successi italiani della serata, con quelli di Leonardo Fabbri nei pesi (22,45 m) e del campione olimpico Marcell Jacobs nei 100 m (Matéo 8° in 10''22). In 10''02 il transalpino ha ottenuto il miglior tempo estivo ma non ancora il minimo per le Olimpiadi.

READ  Attenzione ad Angers, che vuole trattenere i suoi dirigenti in attesa dei diritti tv

Nella lunghezza, Tom Campagne ha ampiamente rispettato il suo contratto classificandosi quinto con 8,08 m (+1 m/s), ottenuti al primo tentativo. La competizione è stata dominata dal campione olimpico greco Miltiadis Tentoglou, che ha vinto cadendo due volte a 8,65 m con un vento di -0,3 m/s ogni volta.

Robert-Michon solo 9°

Gabriel Tual ha mostrato autorità qualificandosi per la finale degli 800 metri. I Girondini vinsero facilmente la sua semifinale in 1'45''03 e sarà un forte contendente al podio. Quarto nell'altra semifinale in 1'45''62, eliminato Paolo Anselmini.

Nella 20 km di marcia vinta dallo svedese Perseus Karlström (1h19'13''), il francese Gabriel Bordier ha colto un buon quarto posto in 1h20'45'', mentre Kevin Campion (11° in 1h22'21'') ha fallito nella sua scommessa per raggiungere i minimi olimpici.

La delusione della serata è arrivata da Mélina Robert-Michon, solo nona in una gara di discus vinta dalla croata Sandra Perkovic-Elkasevic, che ha conquistato il suo settimo titolo continentale consecutivo con 67,04 m, mentre la francese si è fermata a 60,87 m.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *