Sara Brentcheneff, l'esordio della francese nel profondo



Terre Blanche è probabilmente la terra delle stelle nascenti. Dopo l'incoronazione di Louise Uma Landgraf nel 2023, a soli 14 anni, è il turno di un'altra giovane francese, Sara Brentcheneff, a brillare, con un secondo posto.

In testa nel primo e nel secondo giro, la giocatrice del Golf Club de Lyon è stata improvvisamente superata, nel corso dell'ultimo giro, dalla svedese Anna Magnusson. L'esperienza ha giocato a favore della nordica, giocatrice del Ladies European Tour (LET), la prima divisione europea. « Mi è dispiaciuto molto non aver vinto, ma neanche io ho giocato male, lei è una giocatrice di altissimo livello, ha commentato Sara Brentcheneff. E poi lei ha 28 anni, io 16; sulla carta ha maggiori possibilità di vincere, anche se solo perché è più grande non significa che debba battermi. »

“Mi vedono come un bambino. È super divertente perché mi ritrovo con loro nelle ultime parti”

Sara Brentcheneff, su altre giocatrici di golf

Una differenza di età diventata quasi aneddotica viste le prestazioni dei giovani dilettanti negli ultimi anni: “Mi vedono come un bambino. È super divertente perché mi ritrovo con loro nelle ultime parti, è davvero bello. Queste sono le ragazze che di solito guardi in TV per tutto Evian, US Open… »ride l'ex campione del mondo U14.

Sulle orme di suo padre

Scintillante oggi sui green, Sara non era affatto predestinata a colpire piccole palline bianche. Proveniente da una famiglia di atleti, si è concentrata dapprima sul nuoto, la sua prima passione. Trascinata per la prima volta su un driving range da suo padre all'età di 5 anni, la lionese ha impiegato molto tempo per amare questo sport: “Non mi piaceva, era proprio per far piacere a mio padre, era la mia passeggiatina domenicale. »

Ma continua a colpire la palla continuando a nuotare, fino ad arrivare alla Pôle France del Golf National: “Verso i 12 anni ho iniziato ad avere piccoli risultati. Ma non mi prendevo affatto sul serio, davvero no. Non volevo credere di avere un talento. E sono andato per un mese al Pôle France di Parigi e lì ho capito che ero fatto davvero per il golf. » Poi arriva il momento della scelta: dedicarsi al golf o al nuoto. Ed è proprio sulle orme del padre che Sara Brentcheneff continua il suo cammino, vicino ai green e lontano dalle piscine.

Viene poi allenata da Raphaël Reynaud, su richiesta di suo padre. L'allenatore del Golf Club Lyon aveva notato qualcosa di speciale nella giovane Sara: “È vero che aveva qualcosa di speciale in quel momento nel suo atteggiamento, nei suoi occhi, nel modo in cui stava intorno al golf, nel club quando giocava. È una persona molto lucida, molto intelligente nel suo funzionamento, nei suoi pensieri. Lei è molto onesta. » Nel suo staff, che considera come una famiglia, il giocatore comprende anche Patrick Grosperrin, preparatore mentale e Bernard Montagnon, preparatore fisico.

READ  “In the zone” con Marine Boyer: “È la musica che mi motiva per la competizione”

Ambizioni illimitate

Ancora titubante sul suo futuro: diventare professionista o tentare l'avventura in un'università americana, la campionessa francese junior 2022 sta muovendo i primi passi, per il momento, in alcuni tornei Letas e LET. Classificato al 138° posto nel World Amateur Golf Ranking (WAGR), l'allievo di Raphaël Reynaud ha già dieci vittorie al suo attivo, tra cui due tornei internazionali in Svizzera e Spagna, vinti consecutivamente l'anno scorso.

Rapidi successi che gli permettono di competere ad alto livello e di acquisire esperienza e maturità: “Salta un po’ tutte le fasi, quindi se ne ha la voglia, penso che i suoi limiti possano essere abbastanza lontani da portarla al livello più alto”, confida il suo allenatore. Nonostante la sua giovane età, Sara Brentcheneff non nasconde le sue ambizioni di raggiungere le vette e raggiungere un giorno il rango di numero 1 del mondo: “Voglio giocare la Junior Solheim Cup, questo è il mio obiettivo per il 2024 e, a lungo termine, essere il numero 1 al mondo e giocare sulla LPGA! ».



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *