Sarebbe possibile rilevare i problemi di un veicolo spaziale extraterrestre


In una recente prestampa, i matematici stimano che gli esseri umani potrebbero essere in grado di rilevare le forme d’onda gravitazionali risultanti dal collasso del motore a curvatura di una nave aliena. In altre parole, se questo tipo di nave dovesse guastarsi alle porte della Terra, saremmo in grado di individuarla.

Una distorsione spazio-temporale scarsamente controllata

In teoria, lo sarebbe possibile costruire motori a curvatura più veloce della luce. Tuttavia, se gli extraterrestri li stanno già utilizzando, dovremmo essere in grado di farlo rilevare le onde gravitazionali che compaiono in caso di errore, secondo uno studio condotto dall’Università di Londra (Regno Unito) e pre-pubblicato sulla piattaforma arXiv il 4 giugno 2024.

Viaggiare nello spazio a velocità superiori a quella della luce è ancora roba da fantascienza. Questa impresa assumerebbe la forma di una nave in una sorta di bolla capace di contrarre lo spazio-tempo davanti a lui, mentre giace dietro di lui. Sebbene teoricamente possibile, questa innovazione è ancora molto lontana dall’essere una realtà. Oggi, infatti, siamo assolutamente incapaci di creare un campo con densità di energia inferiore a quella del vuoto.

I ricercatori dello studio in questione credono tuttavia che se gli extraterrestri padroneggiassero tale tecnologia, lo farebbero possibile individuare gli errori. Infatti, la rilevazione del segnale dell’onda gravitazionale emessa dalla nave potrebbe parlarci di una distorsione spazio-temporale mal confinata dalla famosa bolla.

Brutte notizie per i terrestri

Gli autori ricordano che a Hanford, nello stato di Washington (Stati Uniti), c’è il Laser Interferometry Gravitational Wave Observatory (LIGO). Questo strumento progettato per studiare le galassie e buchi neri attualmente monitorando a determinata gamma di frequenza onde gravitazionali. Tuttavia, la messa a punto potrebbe aiutare a rilevare “incidenti” di veicoli spaziali vicino alla Terra. Tuttavia, non c’è dubbio che tali incidenti sarebbero sinonimi di cattive notizie per i terrestri.

READ  identificato un nuovo antenato del coccodrillo
osservatorio delle onde gravitazionali
L’Osservatorio delle onde gravitazionali LIGO. Crediti: Enciclopedia Britannica

“Tutta la curvatura dello spaziotempo che si trova all’interno della bolla di curvatura collassa verso l’interno prima di uscire di nuovo. Ciò crea un effetto di marea molto significativo. Allo stesso modo in cui quando cadi in un buco nero, sei come fatto a pezzi. »ha affermato Katy Clough, autrice principale dello studio.

Pertanto, se la ricerca di una forma di vita extraterrestre intelligente non è certa, è in teoria possibile rilevare il potenziale arrivo di un visitatore che padroneggi la distorsione spazio-temporale. D’altra parte, dovremo farlo contare assolutamente su un malfunzionamento del suo motore a curvatura.





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *