Sasa Obradovic, allenatore del Monaco, dopo la vittoria contro il Fenerbahçe a Istanbul: “La nostra partita più intelligente”



Sasa Obradovic (allenatore del Monaco): “È stata la nostra partita migliore, la più intelligente. Limitare il Fenerbahçe a 62 punti è incredibile. Abbiamo ridotto i punti subiti in contropiede, e anche se abbiamo sofferto sui rimbalzi (17 subiti offensivi), abbiamo dimostrato, come più volte quest'anno, il nostro carattere quando contava di più. Mettere in campo la nostra migliore prestazione difensiva in assenza di John Brown la dice lunga. E quelli che non erano stati bravi nella partita precedente hanno risposto all'immagine di Elie Okobo. Anche Yakuba Ouattara e Donta Hall hanno dato un grande contributo. Devo raccontarti una storia, 10 anni fa, quando allenavo il Lokomotiv Krasnodar, vincevamo tutte le partite e perdevamo in finale (contro il Darussafaka Istanbul), Wilbekin aveva fatto tutti i tiri da 3 punti… Era mia incubo che ciò accada di nuovo. Pensavo che la storia si stesse ripetendo durante il suo ultimo tiro. Fortunatamente è caduto dalla nostra parte. La quinta partita sarà difficile. Ma abbiamo fiducia. Abbiamo lavorato duro tutto l'anno per questo vantaggio casalingo e abbiamo imparato dai primi quattro turni. Dovrai mantenere i nervi saldi. »

Sarunas Jasikevicius (allenatore del Fenerbahçe) : “Stasera non abbiamo giocato come una squadra. Siamo consapevoli dei problemi che il Monaco può ponerci e abbiamo cercato di risolverli senza fare affidamento gli uni sugli altri. Nella creazione, questa è stata la nostra peggiore corrispondenza. Tutti cercavano di fare la differenza da soli. Mantengo il positivo: non vedo questa sconfitta come un'occasione persa, anche se ovviamente un po' è così, perché eravamo davanti al nostro pubblico. Ma ho detto ai miei giocatori che erano i miei eroi, solo per aver portato questa serie in Gara 5 quando mancava un giocatore importante (Johnathan Motley). Possiamo vincere a Monaco. »

READ  Quando annunceranno la lista degli avversari dei Blues agli Europei?

Jordan Loyd (terzino del Monaco): “Abbiamo vinto come squadra. Quella era la chiave. Era un ambiente difficile, eravamo solidi in difesa, prendevamo rimbalzi… Provavamo a muovere la palla. Il contributo di Yak (Ouattara) e Donta (Hall) è stato fantastico. Ho vissuto una delle partite più importanti della mia carriera. Vincerlo è davvero bello. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *