Scottie Scheffler, vincitrice del Masters: “Su questo percorso bisogna restare aggressivi, non c'è altra soluzione”



Sulla sua strategia

“Se avessi giocato un po’ più in difesa il risultato sarebbe stato molto diverso. Se avessi provato a fare i par all'indietro, mi sarei ritrovato a 18 anni a dover fare il par sperando che Ludvig (Aberg) non fare l'uccellino per unirti a me. In questo percorso devi rimanere aggressivo, non c'è altra soluzione qui. Non dovresti essere troppo difensivo o troppo aggressivo. Devi solo colpire i colpi giusti. E fortunatamente oggi ci sono riuscito e ha dato i suoi frutti. »

Al suo uccellino alle 8

“Direi che il tiro migliore che ho fatto oggi è stato il birdie putt sull'8. Ho fatto due colpi davvero buoni lontano dal green. Ho avuto un lancio estremamente difficile da colpire a 3 o 4 yard dalla buca. E ho fatto questo putt, che era molto difficile da leggere. Questo mi ha dato slancio e l’ho usato per fare birdie 9 e 10 e continuare a spingere perché sapevo che c’era una possibilità di vincere. »

Sulla sua mentalità

“Mi piace vincere, davvero. E odio perdere, forse ancora di più. E se c'è qualcosa che odio, è suonare sopra la media. E per fortuna, questo non mi è ancora successo in questa stagione! »

READ  Massimiliano Allegri (Juventus Torino) fissa gli obiettivi di fine stagione

Sulla sua potenza dal tee

“La distanza è molto importante in questo percorso. I fairway sono piuttosto ampi e quando i green sono così solidi, è necessario avere mazze corte per colpire questi green, soprattutto con le piccole aree dove sono posizionate le aste della bandiera. Questa settimana ho giocato un po' più forte che in un normale torneo del PGA Tour, solo perché c'è un po' più di spazio. Agli US Open, ad esempio, la mia altezza del tee potrebbe essere un po' più bassa e posso effettuare altri tipi di colpi, ma la maggior parte dei colpi che ho effettuato questa settimana erano molto alti e con molta forza. »

“Mi piace competere e vincere. Ma le mie priorità cambieranno presto. Mio figlio o mia figlia ora saranno la priorità principale, insieme a mia moglie, quindi il golf sarà probabilmente al quarto posto”.

Sul suo allenatore del putting, Phil Kenyon

“Ho deciso alla fine della scorsa stagione di assumere un allenatore di putting. Avevo già osservato Phil (Kenyon) e l'avevo visto allenare giocatori come Matt Fitzpatrick e Keegan Bradley e ho adorato il modo in cui lo faceva. Mi sono reso conto che aveva una mentalità aperta, ed è il tipo di persone con cui mi piace lavorare. Dobbiamo lavorare in autunno. Randy (Smith, figlio allenatore di swing) l'ha presa bene e anche Phil non ha un ego smisurato. Vuole semplicemente il meglio per i suoi giocatori. Sono davvero, davvero fortunato ad avere questi due ragazzi nella mia squadra. »

READ  Mikel Arteta (Arsenal) dopo il pareggio contro il Bayern Monaco: "Abbiamo dato loro due gol"

Il suo prossimo programma

“Stasera andrò a casa e mi godrò questa vittoria. Mi godrò sicuramente la nascita (Vicino) del mio primo figlio. Mi piace competere e vincere. Ma le mie priorità cambieranno presto. Mio figlio o mia figlia ora saranno la priorità principale, insieme a mia moglie, quindi il golf sarà probabilmente al quarto posto. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *