Sébastien Ogier è leader del rally della Sardegna dopo la prima tappa



Alla ricerca della terza vittoria consecutiva dopo i successi in Croazia e Portogallo, Sébastien Ogier ha avuto un inizio perfetto per il rally della Sardegna venerdì. Il pilota della Toyota ha preso il controllo fin dalla prima speciale dove ha approfittato della sua posizione su strada (5°) per distanziare tutti i suoi rivali da 7 a 25 secondi! Ha poi gestito bene la situazione, e in particolare le gomme, per tornare al comando ad Alghero con un margine di 4,5'' su Ott Tänak.

Ottimo risultato per l'estone della Hyundai che si è piazzato terzo in trasferta. Ma il divario potrebbe essere ricucito dagli steward perché Ogier ha dovuto rallentare all'inizio dell'ultima speciale della giornata per superare la vettura di Adrien Fourmaux, immobilizzata dopo un problema elettrico.

Dopo due prime tappe perfettamente condotte che lo hanno piazzato al terzo posto, il francese della Ford M-Sport ha vissuto un pomeriggio da incubo. Inizialmente ha subito una foratura costosa sulla PS3, perdendo più di 35 secondi che lo hanno fatto scendere al sesto posto con la prospettiva di una pessima posizione su strada per la giornata estremamente lunga di sabato. Sarà anche peggio di quanto temuto visto che con il ritiro dalla PS4 sarà in prima posizione su strada.

READ  I Blues in fase di riconquista alla tappa canadese del SailGP

Thierry Neuville quinto

Dietro la coppia Ogier-Tänak assistiamo ad una battaglia a tre per l'ultimo posto sul podio. Per il momento tocca allo spagnolo Dani Sordo, che ha recuperato bene dopo un inizio di gara fiacco. Il pilota della Hyundai è a 33”2 dal leader. È davanti a Takamoto Katsuta (Toyota, 4°, a 34”5 da Ogier). Quanto a Thierry Neuvilleè “solo” quinto ma può dirsi molto soddisfatto della sua giornata nonostante una posizione in trasferta ancora nella media sabato.

Il leader del campionato è a soli tre secondi dal possibile podio (36”6 dietro Ogier) e il suo principale rivale in campionato, Elfyn Evans, ha avuto un'altra giornata deludente, forando nella prima speciale e adottando un ritmo interno perché aveva solo una ruota di scorta a bordo. Il gallese della Toyota ha concluso la giornata 6°, a 57” dal comando.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *