Secondo la NSA, dovresti riavviare il tuo smartphone una volta alla settimana


Qualche anno fa la National Security Agency (NSA) degli Stati Uniti pubblicò un documento in cui elencava le buone abitudini da adottare per proteggere i dati dello smartphone. Secondo l'agenzia, riavviare questo dispositivo una volta alla settimana può rappresentare un'ulteriore barriera contro gli attacchi hacker.

Buone pratiche per una migliore tutela

Ormai da molti anni, gli hacker stanno raddoppiando il loro ingegno per hackerare individui, aziende e istituzioni al fine di rubare i loro dati sensibili. È quindi fondamentale proteggersi dai vari attacchi esistenti. Nel 2021, ad esempio, l’Associated Press ha riferito un documento pubblicato dalla National Security Agency (NSA). L'agenzia ha dettagliato diverse raccomandazioni al fine di proteggere ulteriormente i dati dello smartphone.

“Le minacce contro i dispositivi mobili stanno diventando sempre più diffuse, più grandi e più complesse. Gli utenti di dispositivi mobili desiderano sfruttare appieno le funzionalità disponibili su questi dispositivi. Molti di essi offrono praticità e comfort di utilizzo, ma sacrificano la sicurezza. Questa guida alle best practice illustra i passaggi che gli utenti possono adottare per proteggere meglio i propri dispositivi e le informazioni personali »si legge nel documento.

Documento dell'NSA
Crediti: Agenzia per la sicurezza nazionale (NSA)

Consigli dell'NSA

La NSA descrive una sorta di semplice routine che consiste, ad esempio, in evitare di connettersi a reti WiFi e presso le stazioni di ricarica pubbliche. Il documento consiglia inoltre di evitare l'installazione di applicazioni che non provengano da piattaforme ufficiali o di attivare Bluetooth e localizzazione GPS solo quando necessario. Soprattutto, consiglia la NSA riavvia il dispositivo almeno una volta alla settimana. Questa di per sé non è una soluzione del tutto efficace contro i moderni attacchi informatici, ma almeno lo è rappresenta un ulteriore ostacolo il che rende il lavoro degli hacker più complicato.

READ  dal 1950 le melodie sono diventate sempre meno complesse

Nel suo articolo, l'Associated Press ha intervistato Neal Ziring, il direttore tecnico della sicurezza informatica presso la NSA. Ha spiegato che lui stesso utilizzava un cellulare programmato per riavviarsi ogni sera. Nella misura in cui il computer attacca spesso fanno affidamento su molteplici vulnerabilità della sicurezza, riavviare il dispositivo darebbe filo da torcere agli hacker. In effetti, un hacker che prende di mira il dispositivo potrebbe dover rifare tutto il lavoro per sfruttare le famose falle di sicurezza.

Riavviare lo smartphone ogni giorno è un consiglio interessante poiché generalmente poche persone pensano di spegnere completamente il proprio smartphone o addirittura di aspettare che la batteria scenda allo 0% per ricaricarlo. Tuttavia, i cellulari sono forse il tipo di dispositivo che contiene il file maggiore quantità di dati personali negli individui.





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *