Sei di fila per Golden State, il ritorno di New York, i maestri di Dallas



La serie Golden State

I Golden State Warriors sono una delle squadre in buona forma al termine della stagione regolare. I Warriors hanno ottenuto la sesta vittoria consecutiva giovedì (133-110) a Houston. Si sono quasi assicurati il ​​decimo posto nella Western Conference che gli varrebbe l'ultimo posto nei play-off (play-in), con due vittorie d'anticipo e il tie-break sui Rockets.

La coppia Stephen Curry (29 punti)-Klay Thompson (29 punti, 7 su 11 da tre) ha fatto girare la testa a Houston, la favorita dei Warriors, che continuano una serie di tredici vittorie contro la franchigia texana.

Thompson (21 punti all'intervallo) ha segnato nel primo quarto con cinque tiri dalla distanza riusciti. “ Non pensiamo alla classifica, ma solo a vincere le partite. Stiamo giocando abbastanza bene in questo momento e vedremo dove arriveremo dopo le ultime sei partite », Ha commentato Steve Kerr, l'allenatore degli Warriors, dopo l'incontro. I quattro volte campioni NBA rimarranno in Texas e venerdì sfideranno Dallas.

New York rimonta 21 punti di ritardo

IL colpo molto grande non ha messo fuori combattimento New York. Poche ore dopo aver appreso della fine della stagione della loro star interna Julius Randle (spalla), i Knicks sono riusciti a rimontare la giornata contro Sacramento (120-109). Sotto di 21 punti nel secondo quarto (46-25), Jalen Brunson (35 punti, 11 assist), Jason Hart (31 punti, 9 rimbalzi, 8 assist) e compagni hanno ridotto il divario nell'intervallo (52-60) prima di pareggiare a 87 nel terzo quarto e volare via nel quarto.

READ  le indagini proseguono, “altri indagati” ancora ricercati

Con questo successo, i Knicks raggiungono Orlando, che detiene il vantaggio nel tie-break in caso di pareggio finale, al quarto posto. Nonostante l'ottima prestazione di De'Aaron Fox (29 punti), Sacramento ha perso l'occasione di conquistare il sesto posto provvisorio e rimane nel cuore del fitto gruppo di potenziali spareggi all'ottavo posto.

Dallas si chiude

Dopo una serie di cinque trasferte, Dallas non si è arreso al ritorno a casa. Nonostante un primo quarto sterile di Luka Doncic (25 punti alla fine con 12 rimbalzi e 8 assist), i Mavericks dominano Atlanta (109-95) con 26 punti di Kyrie Irving e 19 di PJ Washington.

Continuano il loro quinto posto nella Western Conference sempre un successo davanti a Phoenix. Rimangono con un totale di dodici vittorie in quattordici partite e si sono matematicamente assicurati almeno un posto ai play-in (play-off per le squadre dal 7 al 10 in ciascuna conferenza).

Bogdan Bogdanovic (17 punti) è finito come capocannoniere dell'Atlanta, sicuro per un po' di essere nono o decimo nella classifica Est e in lotta con Chicago per il vantaggio sul campo in casa nella prima partita di play-off. I compagni di squadra di Dejounte Murray, ancora senza la stella Trae Young (dito), hanno una sconfitta in più rispetto ai Bulls con una partita in meno da giocare.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *