Sessione parziale chiusa contro l'Atlético Madrid dopo le grida razziste nei confronti di Nico Williams



« L'Atlético ha ricevuto una sanzione per la chiusura parziale del suo impianto sportivo (le Civitas Metropolitano) per un periodo di due partite (quindi le ultime due della stagione in Liga, contro il Celta Vigo il 12 maggio e l'Osasuna il 19) e una sanzione pecuniaria di 20.000 euro “, ha dichiarato martedì la Federazione spagnola (RFEF) in un comunicato stampa.

Questa è la sanzione irrogata per le grida razziste di cui è stato vittima il nazionale spagnolo Nico Williams (21 anni, 13 presenze, 2 gol) e di cui l'autore del reato è stato identificato dalla poliziamentre l'attaccante si preparava a battere un calcio d'angolo durante la sconfitta dell'Athletic Bilbao (1-3) a Madrid sabato, la partita era stata interrotta per alcuni minuti quando aveva riferito i fatti all'arbitro .

“Non è normale essere insultati per il colore della pelle”

L'esterno basco ha segnato poco dopo e ha festeggiato il gol battendo il braccio, indicando il colore della sua pelle: “Era con un po’ di rabbia, non è normale essere insultati per il colore della pelle. Non ce n'erano molti. Ci sono persone stupide ovunque… spero che le cose cambino poco a poco… »

La lega spagnola di calcio ha inoltre annunciato che l'autore di questi versi da scimmia è stato identificato grazie alle telecamere presenti nello stadio e consegnato alla polizia dopo la partita. Nonostante gli sforzi delle sue autorità, che ora denunciano ogni incidente alle autorità e aumentano le campagne di comunicazione, la Spagna sta ancora lottando per arginare il razzismo nei suoi stadi, di cui l'attaccante del Real Madrid Vinicius è spesso vittima.

READ  Tommy Paul espelle Hubert Hurkacz nei quarti di finale del Masters 1000 di Roma



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *