Shericka Jackson torna a Marrakech



L'atleta più dominante degli ultimi due anni sulla pista del mezzo giro, Shericka Jackson torna in azione sabato sera a Marrakech. L'incontro della Moroccan Diamond League, solitamente organizzato a Rabat, è stato trasferito al Grand Stade di Marrakech a causa dei lavori di ristrutturazione dello stadio Prince Moulay Abdellah. La 29enne giamaicana si allineerà quindi alla sua distanza preferita dopo i 100 m in 11''03 (+1.8 m/s) a Kingston, due settimane fa. Un tempo di rientro corretto dopo un leggero ritardo di accensione. Questa primavera, la due volte campionessa del mondo dei 200 metri ha rinviato più volte il suo ritorno. Il 6 aprile si è ritirata il giorno prima dell'incontro di Miramar (California), poi ha rinunciato ai 200 metri a Suzhou, in Diamond League, il 27 aprile.

Jackson, anche lei due volte vicecampionessa del mondo nei 100 metri (10″65, +1.0 m/s l'anno scorso) sarà l'attrazione principale di questo incontro altamente competitivo questo fine settimana. La sua più grande rivale sarà la svizzera Mujinga Kambundji, campionessa europea sulla distanza. , la francese Hélène Parisot farà il suo debutto nella Diamond League, dopo aver segnato 22''71 di vento (+2,2 m/s) a Jacksonville (Florida), a fine aprile.

Coinvolti dodici francesi

Appena arrivato in Francia dal Sud Africa, dove ha svolto un lungo stage di un mese e mezzo a Potchefstroom, Azeddine Habz è partito venerdì, diretto a Marrakech. Autore del record francese indoor nei 1500 m (3'34″39) a Liévin a febbraio, ha dovuto rinunciare ai Mondiali di Glasgow per un infortunio al polpaccio. Il vicecampione europeo indoor 2023 dei 1500 m è alla sua prima gara estiva dove avrà probabilmente il tempo di esprimersi. Si aggiudica il secondo miglior tempo tra gli iscritti con il suo 3'29″26 all'aria aperta, alle spalle dell'etiope Lamecha Girma (3'29). ''51), detentore del record mondiale nella corsa a ostacoli dei 3000 m.

Altri undici francesi, alla ricerca di punti importanti per la classifica e di minimi olimpici ed europei, saranno presenti per la 4a tappa del prestigioso circuito. Sempre nel mezzofondo, Yanis Meziane gareggerà nei suoi secondi 800 metri dell'anno, dopo un'incursione quest'inverno. La lista dei partenti sarà molto interessante per il 22enne corridore e il connazionale Ludovic Le Meur, con il britannico Ben Pattison e il keniano Emmanuel Wanyonyi, rispettivamente medaglia d'argento e di bronzo agli ultimi Mondiali di Budapest.

La stella nazionale Soufiane El Bakkali, vincitrice degli ultimi tre campionati maggiori, chiuderà l'incontro con la corsa a ostacoli dei 3000 metri, dalla quale prenderà il via anche il francese Djilali Bedrani. I saltatori presenti andranno in coppia: Nawal Meniker (1,92 m in questa stagione) e Solène Gicquel (1,90 m) in quota, Jean-Marc Pontvianne e Benjamin Compaoré nel salto triplo, Marie-Julie Bonnin e Alix Dehaynain nel trespolo. Gilles Biron ha vinto un pettorale all'ultimo minuto nei 400 metri.

READ  Il tecnico austriaco Ralf Rangnick dopo la sconfitta contro la Francia: “Nessuna colpa per noi”



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *