Simone Biles “quasi inarrestabile” alle prove olimpiche americane



Giovedì, Cécile Landi, allenatrice francese di Simone Biles dal 2017, aveva gettato le basi: « È la ginnasta più talentuosa con cui abbia mai lavorato e sapevamo che se fosse riuscita a migliorare la sua mente e il suo fisico, sarebbe stata quasi inarrestabile. »

All’indomani della prima giornata delle selezioni americane, che si svolgono a Minneapolis sulla base di due concorsi generali, saremmo tentati di acconsentire. Nella notte tra venerdì e sabato, la superstar 27enne ha dominato la gara, totalizzando 58,90 punti, con il punteggio più alto al volteggio, dove ha presentato il suo Yurchenko doppio carpèe per terra.

Davanti al campione olimpico in carica

È davanti al suo amico Jordan Chiles, che si allena con lei e la francese Melanie De Jesus Dos Santos in Spring (Texas), di due punti e mezzo (56.40 punti) e la campionessa olimpica in carica, Sunisa Lee, tornata in prima linea dopo grossi problemi ai reni (56.025 punti). In assenza della giovane Skye Blakely, vittima della rottura del tendine d’Achille destro durante l’ultimo allenamento, aspettavamo di vedere anche cosa avrebbe presentato la medaglia di bronzo degli ultimi Mondiali, Shilese Jones.

Per il momento, tra i due potenti specialisti del volteggio e del pavimento, la campionessa olimpica Jade Carey (4a, con 55.825 punti) ha preso un leggero vantaggio su Joscelyn Roberson (5a con 55.475 punti). Domenica proseguimento di questi processi.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *