Sinner, Alcaraz, Gauff… Cambiamenti significativi nelle classifiche ATP e WTA dopo il Roland-Garros



Da lunedì il nuovo boss del circuito Atp si chiama Jannik Sinner, il primo n. 1 italiano della storia. Anche il suo secondo classificato, Carlos Alcaraz, ha appena lasciato il segno diventando il giocatore più giovane ad aver ottenuto tre Major su tre superfici diverse grazie a la sua prima incoronazione al Roland-Garros Domenica contro Alexander Zverev.

Dietro questi due rappresentanti della nuova generazione (22 anni per l'italiano, 21 per lo spagnolo), il detentore del record di titoli del Grande Slam tra gli uomini, Novak Djokovic, appena 37enne, è relegato al 3° posto mondiale. Il serbo vive una stagione complicataper il momento non ha vinto nemmeno un titolo e il suo infortunio al ginocchio è preoccupante prima di Wimbledon.

Il resto della classifica vede pochi stravolgimenti, con Alexander Zverev (4°), i russi Daniil Medvedev e Andrey Rublev seguiti da Casper Ruud e Hubert Hurkacz. L'australiano Alex de Minaur, che ha scalato fino ai quarti di finale Porte d'Auteuil offrendosi Medvedev, si autoinvita nella top 10 (9°). Grigor Dimitrov resta al 10° posto mondiale mentre il greco Stefanos Tsitsipas scende dal 9° all'11° posto.

Sul versante francese, Ugo Humbert conserva il 16° posto, Mannarino ne guadagna uno (21°) così come Gaël Monfils, 36°. Corentin Moutet, eliminato agli ottavi di finale di Sinner, è risalito di 23 posizioni fino al 56esimo posto nella classifica mondiale. Insieme agli Stati Uniti, la Francia è l'unica altra nazione ad avere attualmente undici rappresentanti nella top 100 del tennis maschile mondiale.

READ  Svelata il 22 maggio la lista di Hervé Renard per il doppio confronto dei Bleues contro l'Inghilterra

Swiatek solo in testa

Tra le donne, Iga Swiatek, chi sabato ha vinto il suo quarto trofeo al Roland-Garros, decolla in testa alla classifica WTA con oltre 3.700 punti di vantaggio su Coco Gauff. L'americana ha preso il 2° posto da Aryna Sabalenka (3°) questo lunedì e ha firmato la migliore prestazione della sua carriera. Restano poi al loro posto Elena Rybakina, Jessica Pegula e Marketa Vondrousova.

La bellissima performance della settimana è di Jasmine Paolini. Dopo il suo straordinario viaggio verso la finale degli Open di Francia è passata dal 15° al 7° posto. La sua avversaria in semifinale, Mirra Andreeva (17 anni), ha risalito quindici posizioni (dal 38° al 23°) e la francese Varvara Gracheva, ottavo finalista, salì diciassette gradini (71°). La terra parigina, invece, è costata sei posti alla brasiliana Beatriz Haddad Maia, semifinalista lo scorso anno ed eliminata al primo turno durante questa edizione.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *