Sonia Bompastor (OL), prima del girone di ritorno contro il PSG: “Siamo sicuri della nostra forza”



“Come ti sei preparato al secondo turno contro il PSG?
Abbiamo trascorso una settimana intera. Inizialmente ci siamo concentrati sul recupero, sull’aspetto atletico e su quello emotivo. Abbiamo avuto il tempo di preparare questa partita di ritorno anche sugli aspetti un po' più tattici.

Hai provato euforia nel tuo gruppo dopo questo scenario straordinario?
Ho un gruppo che ha molta esperienza, quindi ovviamente eravamo contenti del risultato dell'andata ma soprattutto sappiamo che siamo solo all'intervallo di queste due partite e che tutto è ancora possibile, in un certo senso. o l'altro. Rispetto a ciò non esiste alcuna forma di euforia. C’è concentrazione perché c’è ancora tanto lavoro da fare.

Una partita come questa dà assoluta fiducia per il futuro o preoccupa dopo aver sfiorato il disastro?
Direi che siamo lo stesso sicuri dei nostri punti di forza. Conosco la qualità del mio gruppo. Questo dovrebbe darci fiducia e serenità. Sappiamo che domani (domenica) è una partita molto importante, c'è la qualificazione alla finale. Abbiamo preparato questa partita con fiducia e serenità come già avvenuto all'andata. Ovviamente ho analizzato bene la partita. Manca un allenamento, il piano di gioco sarà molto chiaro, è molto chiaro nella mia testa. Lo condividerò con i miei giocatori. Dovremo fare un big match se vogliamo qualificarci.

READ  Lockness attraversa la finale ZLAN per mantenere il titolo

Come stai affrontando tatticamente questa seconda partita?
Partiamo con uno stato d'animo identico a quello dell'andata. Conoscete la mia filosofia: vogliamo iniziare la partita molto forte, attaccare, segnare gol. Ovviamente l’aspetto difensivo è importante. Vogliamo prendere il controllo della partita, vincerla e avere il nostro destino nelle nostre mani, controllarla. Il modo migliore per farlo è attaccare, abbiamo tante qualità in attacco, sta a noi dimostrarlo in questa partita di ritorno.

“Sabato scorso è stato un momento davvero speciale per tutti, tifosi, giocatori. A tutti piace vivere questi momenti emozionanti. »

Ti aspetti una maggiore aggressività dal PSG?
Non mi aspetto alcuna aggressività eccessiva. Quando si gioca una semifinale di Champions League e c'è la qualificazione alla finale da cercare, inevitabilmente, l'intensità sull'aspetto atletico, una buona aggressività fanno parte del gioco. Dovrai saper mettere il cursore il posto giusto. Siamo concentrati principalmente su noi stessi. Sappiamo cosa dobbiamo fare per controllare questa partita.

Che atmosfera ti aspetti al Parco dei Principi?
Ci aspettiamo un'ottima atmosfera. Lo ricordiamo benissimo, andavamo a giocare la partita di ritorno (Semifinale C1 nel 2022) al Parco dei Principi c'erano 44.000 tifosi parigini, un'atmosfera ostile e questo non ci ha impedito di vincere questa partita di ritorno (2-1). Siamo abituati a questi contesti, sappiamo che dietro alla squadra parigina ci sarà il pubblico. Per questo parlavo di gestione delle emozioni, è un contesto che conosciamo e dovremo saperlo ignorare per rimanere concentrati sull'essenziale.

READ  GP dell'Emilia-Romagna: nuova vittoria per Verstappen, nonostante il grande ritorno di Norris

Secondo te l'andata ha rappresentato una buona promozione per il calcio femminile francese?
Sabato scorso è stato un momento davvero speciale per tutti, tifosi, giocatori. A tutti piace vivere questi momenti emozionanti. Siamo orgogliosi di dire che si tratta di due squadre francesi che hanno disputato un'ottima partita, ad altissimo livello e hanno mostrato un'ottima immagine del calcio femminile. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *