Sospetto di assistenza illegale durante la Transat



“La giuria internazionale della regata transatlantica CIC ha ricevuto una segnalazione su una possibile violazione delle regole di regata. La giuria internazionale sta attualmente conducendo un'indagine e deciderà come agire all'arrivo della New York Vendée Race, attualmente in corso. »

È un messaggio enigmatico, firmato dal presidente della giuria Yves Léglise, ricevuto, in mare aperto, dai 29 skipper attualmente in navigazione tra New York e Les Sables, ripreso, in ordine, con venti non ancora molto sostenuti, da Boris Herrmann (Malizia), Charlie Dalin (Macif) e Nicolas Lunven (Holcim).

La corsa transatlantica in uscita – detta inglese – sarebbe stata dunque forse viziata da un'irregolarità. Il fatto che sia stata aperta un'indagine ne attesta la serietà. Ma è necessario il silenzio. « Non sono autorizzato a parlarne » scivola uno dei tre componenti della direzione gara.

La sfida della qualificazione al Vendée Globe

Dall'affare Crémer-Le Turquais, il clima è teso in mare. Tanguy Le Turquais ha scambiato mappe meteorologiche e commenti con la sua compagna Clarisse Crémer in tutto il Vendée Globe. La giuria internazionale, pur constatando che c'erano stati scambi vietati – la classe Imoca si basava sulla mancata assistenza – aveva scelto di non penalizzare la velista, ritenendo che non ne avesse beneficiato. Un verdetto che ha diviso profondamente gli addetti ai lavori della vela.

READ  Il più grande orgoglio di Alcaraz? “Direi Roland-Garros”

Cosa potrebbe essere successo di riprovevole alla Transat CIC? vinto all'arrivo da Yoann Richomme (Arkéa Paprec) ? Sono state violate le regole della corsa? Sono particolarmente severi per quanto riguarda l'assistenza tecnica, meteorologica e di altro tipo.

L'indagine potrebbe riguardare lo svizzero-tedesco Oliver Heer (Olivier Heer Racing), che ha dovuto affrontare enormi problemi tecnici ed emotivi durante la transatlantica (è stato tra l'altro privato del pilota automatico), il quale non ha nascosto, forse ingenuamente, nella sua comunicazione, di avere ricorse al suo allenatore mentale. Contattato ci ha fatto sapere « ad oggi »I l “Non era a conoscenza di nulla. »

La domanda si pone in un contesto particolare in cui 42 skipper si contendono i 40 posti disponibili per la Vendée Globe. Una squalifica – improbabile – di uno di essi potrebbe far felice i due attualmente meno favoriti, James Harayda (Gentoo) e François Guiffant (Partage).



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *