Steve Clarke, dopo la sconfitta della Scozia contro l’Ungheria agli Europei: “C’era un rigore su Armstrong”



Steve Clarke, l’allenatore della Scozia, ha faticato a contenere la rabbia dopo la sconfitta di domenica, contro l’Ungheria (0-1), sinonimo dell’eliminazione dell’Euro. Il tecnico ritiene in particolare che un contatto al 78′ in area ungherese tra l’ungherese Willi Orban e lo scozzese Stuart Armstrong avrebbe meritato un rigore per l’undici del Cardo: “C’era una penalità, al 100%. Dovete spiegarmi come sia possibile non aver fischiato a questo gesto. Se l’avessimo ottenuta la partita sarebbe stata diversa. (…) Magari l’arbitro non ha visto il fallo ma allora a cosa serve il VAR? Era un rigore! »

Clarke ha tuttavia ammesso che la sua squadra non ha mostrato il proprio vantaggio, soprattutto nel primo tempo, durante il quale non ha tirato in porta nemmeno una volta: “Nel primo tempo avevamo possesso palla, non abbiamo creato abbastanza occasioni. Ne abbiamo avuti alcuni alla fine della partita, ma non siamo riusciti a segnare. Sapevamo che sarebbe stata una partita complicata, contro un’ottima squadra. » Alla fine della conferenza stampa, a Clarke è stato chiesto se l’Ungheria fosse superiore alla sua squadra, lui ha risposto concisamente: “No, è stata una partita ravvicinata tra due buone squadre. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *