Stuart Lancaster (responsabile Racing 92): “Siamo ancora in battaglia”



Stuart Lancaster, manager del Racing 92, dopo la sconfitta a Tolosa (12-32) : “È stato difficile perché c’era molto vento. Abbiamo scelto di giocare contro nel primo tempo e ho trovato che i nostri primi quaranta minuti siano stati piuttosto interessanti. E' un peccato aver concesso questa prima meta poco prima dell'intervallo (39esimo) che ci riporta indietro di 8 punti. Poi, nella ripresa, abbiamo provato a sfruttare la fiducia generata nel primo atto, ma il Tolosa in dieci minuti ha preso il sopravvento e ci ha messo fuori portata. Questo è il punto di svolta di questa parte.

“Spero che saremo più costanti a giugno. Dobbiamo saper giocare meglio sotto pressione”

Stuart Lancaster, direttore del Racing 92

Contro il Tolosa la cosa più importante da fare è non concedergli il possesso palla. Purtroppo abbiamo dato loro troppo palla nel secondo tempo. Abbiamo subito salva dopo salva, senza riuscire davvero a recuperare palla. Contro una squadra del genere, so dalla mia esperienza con il Leinster che devi giocare ad altissimo livello per ottanta minuti, cosa che oggi non è avvenuta. Abbiamo permesso al Tolosa di passare in vantaggio troppo facilmente, il che è molto frustrante. Questa è la nostra terza sconfitta stagionale contro il Tolosa. Ma ogni volta è un'occasione per misurarci con ciò che c'è di meglio in Francia.

READ  Nicolas Goyard di fronte agli abbonati de L’Équipe: “Sono sempre rimasto tra i primi 5 al mondo”

Tutte le sconfitte contano, ci fanno vedere il lavoro che dobbiamo ancora fare per poter sperare in qualcosa a fine campionato. Siamo sempre in battaglia, mettendo in atto le cose per raggiungere i nostri obiettivi. In questa stagione abbiamo spesso mancato di costanza. La nostra partita di oggi ne è l’esempio perfetto. Siamo capaci di fare buone cose durante un tempo e poi di perdere completamente qualcosa nel secondo, lasciando che il Tolosa giochi nel disordine il rugby che tanto ama. Continueremo a lottare, mancano quattro partite per qualificarci e spero che saremo più costanti a giugno, quando conterà davvero. Dobbiamo essere in grado di giocare meglio sotto pressione. »

Virgile Lacombe, vice allenatore degli attaccanti del Tolosa: “All'inizio del secondo tempo siamo riusciti a trovare soluzioni al centro giocando sui ruck. Ci ha permesso di trovare progressi e di rompere la difesa del Racing. E' un bene perché avevamo bisogno di una boccata d'ossigeno visto che il primo tempo era complicato. L'inizio della partita fa un po' male alla testa con una prima meta rifiutata (Marchand, 2°), un break di Thomas (Ramos) che non va fino alla fine, ci fa dubitare. Soprattutto loro hanno un'opportunità e segnano.

“Peccato perdere il bonus offensivo alla fine”

Virgile Lacombe, vice allenatore degli attaccanti del Tolosa.

READ  Franck Azéma (Perpignan), sui tifosi accorsi per la vittoria a Montpellier: “Sono dei gaga”

Dopo è stato difficile restare in partita, ma mettendo le mani sulla palla e facendogli commettere errori nelle fasi vincenti e nelle ruck, siamo riusciti a restare in partita. La nostra mischia ci ha fatto bene, anche se siamo un po' delusi dal rigore che prendiamo quando scegliamo di provare a lottare a 5 metri dalla lunetta, ma fa parte del gioco. Eravamo più a nostro agio con il vento contrario, forse perché quando ti alleni a tenere la palla e a ripetere le fasi di gioco, hai necessariamente meno paura di giocare controvento.

È un peccato perdere il bonus offensivo alla fine, soprattutto perché abbiamo due palloni per uscire dal nostro campo, in particolare un tocco alto in cui finiamo per perdere la palla, e un secondo tocco rubato in cui facciamo fronte dietro. Questa è più cattiva gestione che altro da parte nostra. Poi sappiamo che queste partite che precedono incontri importanti di Coppa dei Campioni sono spesso partite trappola. Sapevamo che il Racing arrivava con intenzioni abbastanza chiare. Alla fine è un ottimo risultato che ci permette di acquisire ancora più fiducia. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *