Sul podio Victor Perez, vincitore Robert MacIntyre



Victor Perez non è andato lontano da un autentico exploit. Dopo che la sua commovente giornata si è conclusa con un sublime 64, il francese è partito questa domenica sulla stessa base, eccellendo nel gioco corto, come dall'inizio della settimana, come questo putt di oltre cinque metri restituito per birdie dalla buca numero 3. Lanciato idealmente, il 31enne ha continuato a brillare sui green canadesi, raccogliendo altri tre birdie nelle sette buche successive, in particolare grazie a un altro putt di cinque metri a 8 e una corda da undici metri a 10.

Poi, il tre volte vincitore del Tour Europeo ha mostrato la precisione del suo gioco di ferro e ha inviato un bel approccio al 15esimo per aggiungere il rosso al suo cartellino. A 18, i Tarbais hanno negoziato perfettamente un ultimo putt in discesa per raccogliere un sesto birdie. Con questa seconda carta di fila di 64, Victor Perez è poi tornato alla clubhouse, con il pugno chiuso e temporaneamente ad una lunghezza dal leader Robert MacIntyre, in 2a posizione (-14 in totale).

I nervi d'acciaio di MacIntyre

Quest'ultimo però non si è arreso e ha risposto subito convalidando il quinto birdie della sua giornata a 15, mentre è rimasto su due spauracchi, a 12 e 13. Se anche Ben Griffin è arrivato a metterlo sotto pressione nella finale, lo scozzese è rimasto solido fino alla fine, come questo attacco sul green distillato molto vicino alla bandiera il 18. Così, il nativo di Oban ha concluso il suo torneo con tre par, siglando un punteggio di 68 (-16 totale) e confermando il suo primo. vittoria sul circuito americano.

READ  Il Montpellier eliminato dopo la sconfitta a Kiel, nei quarti di finale di Champions League

Una volta confermato questo successo, Robert MacIntyre, sopraffatto dall'emozione, cadde tra le braccia di suo padre, che era il suo caddie durante questo torneo.

Secondo podio stagionale per Perez

Autore del terzo risultato consecutivo di 65 (cinque birdie di cui tre realizzati tra le buche 15 e 17), Ben Griffin ci avrà provato. Ma l'americano è arrivato 2° (-15), proprio davanti a Victor Perez, che ha conquistato uno splendido 3° posto, il suo secondo della stagione (dopo quello ottenuto al Puerto Rico Open).

Il 4° posto (-13) è occupato dal duo composto da Tom Kim e Rory McIlroy. Il nordirlandese ha concluso alla grande e ha completato il percorso in 64 colpi durante questo quarto round (sei birdie), senza commettere il minimo errore. Corey Conners è solo 6° (-12). Maverick McNealy, Mackenzie Hughes e Ryan Fox si classificano al 7° posto (-10). La top 10 è completata da un quartetto che condivide la 10° posizione (-9). Troviamo Sam Burns, Joel Dahmen, Chandler Phillips e Keith Mitchell.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *