Tadej Pogacar dopo la 12a tappa del Tour de France: “Sono deluso e triste per Roglic”



Tadej Pogacar (EAU), maglia gialla, dopo la 12a tappa del Tour de France: “Al momento della caduta (12 km dall’arrivo), ho sentito qualcosa dietro di me, ma a quel punto della gara non potevo girarmi per vedere l’entità del danno, quindi non sapevo quanti piloti fossero a terra. Solo dopo la linea ho capito che Primoz Roglic aveva perso tempo. Sono rimasto davvero scioccato da questa notizia di merda. Sono davvero deluso e triste per Primoz, perché ho visto che stava migliorando giorno dopo giorno.

Spero che non sia ferito. Tutti sanno che è un grande combattente, gli auguro il meglio per rimettersi in gioco e vincere una tappa. A parte questo, ho passato una bella giornata. Per essere una tappa dedicata ai velocisti, è stata addirittura una delle migliori che abbia mai corso. Andava piuttosto veloce, la strada era ondulata, era perfetta.

Di solito dopo una tappa non guardo cosa è successo durante la gara. Ma ieri (Mercoledì), ho avuto tempo, e ho iniziato a guardare le immagini e ad analizzare la tappa di oggi. Ho scoperto che avevo avuto una buona giornata, ma quel Jonas (Vingegard) ha avuto anche uno dei giorni migliori della sua carriera. Vedremo cosa succederà sui Pirenei, ma sono abbastanza fiducioso. Io ho la maglia gialla, molto più avanti di lui. È lui che dovrà attaccare. »

READ  I Sabres Sara Balzer e Sébastien Patrice trionfano in Bulgaria e Madrid



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *