Team Tour alla ricerca dell’attrezzatura perfetta per trionfare sulle piste bianche


Se le squadre si impegnassero in una corsa agli armamenti in primavera prima di affrontare il selciato spigoloso della Parigi-Roubaix, si potrebbe pensare che abbiano anche preparato il loro arsenale per sopravvivere ai 32 chilometri di pietre che si incrociano tra le viti della tappa di oggi.

Tuttavia, anche se non affrontiamo questo tipo di parco giochi con le ballerine, le modifiche meccaniche apportate alle biciclette saranno minime. La sfida è mantenere un equilibrio tra prevenire le forature, soprattutto se la pioggia ha affilato le pietre bianche ripulendole dalla matrice terrosa, ma anche mantenere la migliore prestazione possibile per i 167 km di asfalto e un possibile sprint fino al traguardo.

Nelle ultime stagioni, i pneumatici, anche per affrontare le superfici più setose, sono diventati sempre più grandi, arrivando talvolta alla sezione (diametro) di 30 mm (23 o 25 mm erano la norma qualche stagione fa). Tubeless (tubeless), molto diffuso, permette di abbinarli a pressioni più basse e il tutto garantisce una maggiore superficie di contatto con il terreno, migliore grip e maggiore comfort.

“Non cambiamo nulla dei nostri fotogrammi, sono gli stessi di un palco normale”

READ  Diritti TV Ligue 1: il consiglio d'amministrazione della LFP non ha deciso dopo l'offerta di DAZN

Tom Steels, direttore sportivo del Soudal-Quick Step

Queste caratteristiche si sposano perfettamente con quanto ricercato su terreni sconnessi come le Strade Bianche o sui sanpietrini del Nord, le sezioni del pneumatico saranno quindi leggermente più larghe. “Non stiamo cambiando nulla riguardo ai nostri fotogrammi, sono gli stessi di un palco normale, conferma Tom Steels, direttore sportivo della Soudal-Quick Step e 3° alla Parigi-Roubaix nel 1999. Avremo solo pneumatici con sezione da 30 mm, più grandi del solito. »

Le gomme che affronteranno le pietre saranno quindi il principale problema tecnico e le differenze si ridurranno a miglioramenti marginali, come i fianchi rinforzati, alla Lotto Dstny, che rendono le gomme più pesanti ma più solide.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *