Thierry Neuville ed Elfyn Evans hanno pareggiato alla fine della prima giornata del Rally di Croazia



Venerdì all'intervallo, con 8″6 di vantaggio su Elfyn Evans e 21″5 su Sébastien Ogier, Thierry Neuville, sfruttando appieno la sua posizione di apertura, era idealmente piazzato in testa al Rallye de Croatia, e potevamo immaginiamo un secondo giro altrettanto soddisfacente del primo (3 graffi in 4 speciali) per il belga, e un divario ancora maggiore alla fine di questa prima giornata.

Foratura per Neuville nella SS6

Ma, dopo otto speciali e quasi 120 km, il pilota della Hyundai, vittima di una lenta foratura nella PS6 che gli ha fatto perdere dieci secondi, non ha più un secondo vantaggio, ritrovandosi a pari merito con la Toyota Welsh. Al centesimo, il belga resta davanti ma è quindi vicinissimo tra i due rivali per il titolo iridato, e se sabato si mettesse in gioco la pioggia, potrebbe insaporire ulteriormente il duello.

“Ho fatto quello che potevo ma non è stata una bella giornata, non ho mai trovato il giusto feeling al volantesi rammaricò Neuville. Quest'ultima speciale è andata un po' meglio della precedente, ma c'era molta spazzata, molta polvere, abbiamo dovuto rifare la pista. »

“Una giornata complicata come ci aspettavamo con questa posizione, ma siamo riusciti a ridurre il gap nelle ultime tappe”

READ  Cofidis prolunga la sua partnership ciclistica fino al 2028

Sébastien Ogier (Toyota), nonostante una sesta posizione in trasferta, sta facendo più che bene, segnatamente con due graffi a fine giornata, nelle PS7 e 8, e si ritrova con un ritardo di soli 6″6 prima di attaccare il secondo giorno. “È stato un bello specialeha detto al termine della PS8, vinta con 9,2” di vantaggio. Sono contento, è stata una giornata complicata come ci aspettavamo con questa posizione, ma siamo riusciti a ridurre il gap nelle ultime tappe, è molto positivo. Domani (SABATO), inizierà un nuovo rally e con le condizioni meteo sarà ancora più complicato e insidioso. »

Anche Adrien Fourmaux (Ford M-Sport) ha dato ottimi risultati, segnando un secondo tempo nell'ultima speciale, che gli permette di restare 5°, dietro a Ott Tänak (Hyundai), a 11”6 dall'estone, e 52”7 dal leader. “Concludiamo con una nota positiva, ho cambiato alcune impostazioni e funzionaha commentato il francese. È fantastico finire così, soprattutto nella tappa più lunga della giornata. Nel complesso è una bella giornata. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *