Tommy Fleetwood ha pagato per la sua perseveranza al campionato PGA



Questo non basterà per vincere un primo Major, quando vorrebbe già alzare un primo trofeo nel PGA Tour. Ma la traiettoria di Tommy Fleetwood in questo PGA Championship è sufficiente a farlo sorridere, dopo la sua carta del 4° round e dando un'occhiata alla classifica. Questo fine settimana, il britannico lo ha quasi trascorso lontano dal Valhalla.

Entrato nella storia della Ryder Cup nel 2018, in Francia (Golf National) al fianco di Francesco Molinari, dopo aver fatto il pieno di quattro sessioni condivise (inaudite), il Fleetwood ha strappato il taglio venerdì sera al prezzo di un piccolo miracolo (birdie a 16, aquila a 18 per finire a -1). Ha reso i suoi due round bonus molto redditizi.

Questa domenica sono stati restituiti più di 52 metri di putt

Dopo un dignitoso 69 sabato, l'inglese (33 anni) ha scaldato il putter questa domenica per mettere a segno un coloratissimo 65 (un'aquila, sette uccellini, tre bogey) che lo ha proiettato nella top 20 provvisoria (-9) nella classifica metà giornata, quando i leader non avevano ancora finito.

Questo tipo di scenario può fungere da trampolino di lancio per il futuro, mentre ha avuto un grande successo dal 2017 (sei volte nella top 5 Major) e rimane sulla sua migliore prestazione al Masters, metà aprile ad Augusta (5°) . In questa occasione confidò anche di non aver perso la speranza di toccare il Graal: “Sono andato vicino a uno Slam in diverse occasioni. Continuo a lavorare con l’obiettivo di vincere. Chissà, forse un giorno arriverà il mio momento. » Ha il talento per questo.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *