Tra Tolosa e Montpellier, davvero un derby?



Nella grande famiglia dei derby francesi è il più giovane. Quello di cui non si parla troppo e di cui quasi ci chiediamo se il nome sia giustificato. Se le città di Tolosa e Montpellier si trovano nella stessa regione dalla riforma territoriale che ha portato alla nuova divisione geografica nel giugno 2014, i due club non hanno mai coltivato un vero antagonismo sportivo. Criterio fondamentale nel concetto di derby. In queste condizioni, quello dell'Occitania sarebbe sopravvalutato?

“Non ci odiamo, non ci piacciamo nemmeno particolarmente”

Pierre-Emmanuel Rivalland, portavoce del Tolosa FC

I sentimenti sono contrastanti nella Città Rosa. Per personaggi storici, come Pierre-Emmanuel Rivalland, relatore ufficiale tu TFCla questione è presto risolta: “Non c’è una vera rivalità, ecco perché in società non si parla di derby (l'incontro è soprannominato « festa dei vicini »). Non ci odiamo, non ci piacciamo nemmeno particolarmente. È un po' come in una famiglia, dove basta vedere ogni tanto i cugini. »

Allo stesso tempo, per mantenere vivo l'interesse della sua comunità di tifosi, il Tolosa non esita ad affermarlo “Allo Stadio è in gioco la supremazia dell’Occitania”in un manifesto “tutt'altro che banale”. “È una partita speciale e importante per diversi motivi”ritiene l'allenatore Carles Martinez Novell, più concentrato sui suoi obiettivi di fine stagione. « Dobbiamo vendicarci dell'andata »aggiunge il capitano Vincent Sierro, in riferimento al “peggiore partita” di TFC in questa stagione (Sconfitta 0-3, 29 ottobre), secondo il suo allenatore.

READ  Le Torino plombe l'AC Milan en Serie A

“Per me non è un derby. La cosa vera è contro Nîmes”

Michel Der Zakarian, allenatore del Montpellier

Nel campo avversario, Michel Der Zakarian aveva già liquidato l'argomento prima della gara di andata: “Per me non è un derby. La verità è contro Nîmes (oggi in Nazionale). » Allo stesso modo del vero derby del Tolosa, è quello della Garonna contro il Bordeaux (2 S): “Segnerebbe più caselle”, conferma Rivalland. Ma per motivi di sicurezza, dopo gli incidenti accaduti allo Stadium la scorsa stagione, la partita è stata classificata come “a rischio” e ai tifosi dell'Hérault è stato vietato di viaggiare. Segno che questa opposizione, ci piaccia o no, somiglia sempre più ad un derby.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *