Trasferimenti: Jean-Clair Todibo (Nizza) non potrà andare al Manchester United



Il capo della Ineos, Jim Ratcliffe, ha parlato a lungo ai media britannici Bloomberg. In un’intervista pubblicata giovedì, ha parlato di politica, ma anche di calcio, per ricordare le sue ambizioni nei confronti del Manchester United, di cui ha acquistato il 27,7% delle azioni, e dettagliare la sua visione per l’OGC Nice.

Il miliardario è stato chiaro riguardo al suo impegno nei confronti del club della Riviera. “Non è nostra intenzione vendere il Nizzaha assicurato. Mi piace il concetto di multiproprietà e penso che il Nizza sarebbe davvero complementare al Manchester United, per due motivi. Il primo è che al Nizza si possono far crescere giocatori più giovani che al Manchester United. Lo United è ad un livello più alto e quindi è abbastanza difficile inserire giocatori di 18 o 19 anni. A Nizza è possibile e può avvantaggiarla. E in secondo luogo perché con la Brexit oggi è piuttosto difficile reclutare i più grandi talenti del continente, cosa che possiamo fare con Nizza. Sapete, se c’è un quindicenne straordinario in Francia, possiamo portarlo al Nizza, che gli servirà da porta d’ingresso per poi unirsi al Manchester United. »

“Abbiamo un giocatore che era davvero interessato ad unirsi al Manchester United. Loro (la UEFA) ci hanno detto che non potevamo venderlo”.

READ  Camille Prigent vince la tappa della Coppa del Mondo di Augusta

Jim Ratcliffe, patrono d’Ineos

L’imprenditore, però, si è rammaricato delle direttive imposte dalla UEFA affinché Manchester United e OGC Nice potessero, insieme, partecipare all’Europa League la prossima stagione. Senza nominarlo, ha preso l’esempio di Jean-Clair Todibo, la cui partenza per il Manchester United era infatti quasi completa.

“Perché dovremmo voler interferire con i risultati dei due club? chiese. Abbiamo un giocatore, di cui non dirò il nome, che era davvero molto interessato all’idea di unirsi al Manchester United e penso che avesse le capacità per unirsi alla loro squadra. Noi (L’UEFA) ci ha detto che non potevamo venderlo al Manchester United. Non è giusto nei confronti del giocatore e non vedo a cosa porterà questo. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *