Travolto dai Blue Bulls, il Lione perde agli ottavi di finale di Coppa dei Campioni



Anche se i lionesi hanno attaccato bene gli ottavi di finale, dominando territorialmente nei primi dieci minuti, sono stati eliminati non appena sono partiti i sudafricani, subendo la prima delle nove mete dei Blue Bulls al 13'. Nessuna suspense, quindi, al Loftus Versfeld di Pretoria, poiché l'avversario della LOU ha padroneggiato il suo argomento senza condividere sotto il sole ma in uno stadio vuoto per due terzi.

Dopo aver sofferto in tutti i settori, davanti o dietro, largo o ravvicinato, ed essere sotto 21-0 al 28', i lionesi hanno finalmente risposto con il loro mediano di mischia della nazionale italiana Martin Page-Relo, giocando rapidamente un rigore con la mano vicino alla porta. per aprire il contatore del Rodano (32esimo) mentre i suoi avversari si immaginavano nel bel mezzo di una pausa!

Due mete concesse in superiorità numerica

All'intervallo, i Blue Bulls, sulla scia del loro autore di apertura e marcatore Johan Goosen – vecchia conoscenza del rugby francese (Racing, Montpellier) – avevano ampliato un divario significativo (28-7) che li metteva fuori pericolo. Alternando il gioco, dinamico ad ogni iniziativa, combinando forza e velocità, hanno segnato anche la quinta (49a) e la sesta (54a) meta mentre erano in inferiorità numerica dopo il cartellino giallo ricevuto dalla loro freccia Canan Moodie per un contrasto alto (47a).

Goffi ma soprattutto presi in prestito e sopraffatti fisicamente, i compagni di squadra di Jordan Taufua sono stati crocifissi da David Kriel (68esimo), intercettando un passaggio lento e telefonato del loro apertura Paddy Jackson, che sapevamo fosse più ispirato. Prima di due tentativi finali negli ultimi dieci minuti per concludere un percorso di croce.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *