Tre ritiri dalla prima giornata di regate nella Transat CIC



Lunedì si sono verificati diversi danni alla flotta della Transat CIC. Jérémie Beyou (Charal), che navigava nel trio di testa, si è ritirato a causa di un danno allo strallo di prua J2. Lunedì, intorno alle 20, lo skipper ha annunciato che sarebbe tornato per riparare ed effettuare un controllo completo dell'IMOCA prima di partire con un equipaggio ridotto. Vuole iniziare la New York-Vendée il 29 maggio.

Arnaud Boissières (IMOCA, La Mie Câline) si è ritirato alle 18:30 a causa di un problema al fioretto. Sébastien Marsset (IMOCA, Foussier), è stato costretto a fermarsi per “motivi medici”, spiega il sito della gara. Si stava dirigendo verso Port-La-Forêt (Finistère). Il bompresso del Class40 Bleu Blanc Planète Location di Quentin Le Nabour si è rotto in due, costringendo lo skipper a rientrare in un porto della Bretagna.

A mezzanotte, Charlie Dalin (Macif) era in testa alla classe IMOCA, davanti a Nicolas Lunven (Holcim-PRB), a 7 miglia di distanza, e Paul Meilhat (Biotherm, a 12,5 miglia di distanza). Nella Classe 40, Ian Lipinski (Crédit Mutuel) e Nicolas d'Estais (Café Joyeux) erano quasi in parità (0,1 miglia), davanti ad Ambrogio Beccaria (Alla Grande Pirelli, 3 miglia).



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *