Ugo Mola (Tolosa) dopo la vittoria contro il Leinster: “Ho la possibilità di allenare ragazzi incredibili”



“La tua prestazione difensiva è stata fondamentale per costruire questo successo in finale…
In difesa eravamo a posto. Loro hanno avuto occasioni in zona gol, dove non abbiamo fatto break nei momenti chiave. Abbiamo basato la nostra organizzazione sulla famosa “intenscipline”. Metà intensità, metà disciplina. Questo è stato vero fino al cartellino rosso. Contro questo tipo di squadre il numero dei rigori è fondamentale per vincere. La difesa deve essere decisa e di alto livello per vincere.

Sembra che abbiamo recuperato 12 palloni a terra. È decisivo a questo livello. Sono palle perse preziose, sappiamo che siamo capaci di fare sforzi, ci tenevamo a rispondere perché il Leinster è una squadra formidabile in questo settore del gioco. Le finali si vincono quando sei capace di competere con la forza degli avversari.

Hai avuto qualche dubbio in questa partita, soprattutto quando il Leinster è tornato ai supplementari?
Non sono sicuro che il dubbio sia una brutta cosa. Dubitare è vita! La differenza sta nelle soluzioni che trovi di fronte al dubbio. Questa generazione ha il lato polimorfo di essere in grado di rispondere a molte situazioni. Non nascondo che al momento del cartellino rosso… Ma il destino ha voluto diversamente!

Dovevi essere in grado di resistere, avere carattere. Il ritorno dal secondo supplementare è ammirevole nella gestione, nella serenità, nella capacità di dimostrare di essere giocatori incredibili. Bravi, perché ho la possibilità di allenare ragazzi incredibili, lo sai, e sono molto orgoglioso di essere al loro fianco. Ci nutrono di ogni uscita, di emozioni e anche di ciò che dobbiamo mettere in atto affinché continuino a progredire.

READ  Lia Thomas, nuotatrice transgender, rifiutata dalla TASS

Il fatto di aver potuto ruotare la rosa negli ultimi mesi ti ha dato la freschezza necessaria per essere lucido in una partita così lunga?
Non è servito a molto, però! Sì, abbiamo provato a gestire. A volte, nelle stagioni più complesse, non abbiamo avuto questo svago! È legato ai risultati che abbiamo avuto in periodi un po' meno sotto i riflettori, quello del doppio o dell'inizio stagione durante i Mondiali. Dovremo gestire al meglio le prossime settimane, pensavamo di darle fino a mercoledì qualunque cosa accada, mi prudono già mercoledì, ma in ogni caso bisognerà rimettere in fretta la testa in vista del Campionato perché nessuno ci aspetterà. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *