« Un attacco alla mia integrità »: Anoush Morel, presidente di Her Game Too e vittima di toccamento prima di Barça-PSG



Molti tifosi del PSG lamentano di aver subito violenze sessuali all'ingresso degli stadi. Dopo una movimentata processione, dove i colpi di manganello della Guardia sono piovuti sui parigini, i tifosi hanno subito perquisizioni troppo invadenti. Una “attacco alla loro integrità” denunciato da Anoush Morel, presidente dell'associazione Her Game Too, presentato martedì a Barcellona.

“Cosa è successo durante queste perquisizioni nei pressi dello stadio?
Gli steward ci hanno portato in piccoli gruppi a perquisire i nostri bagagli. Durante la perquisizione sento una ragazza accanto a me dire: ''Ooh ecco! Delicatamente!''. Le avevano appena afferrato il seno con entrambe le mani. Due secondi dopo, succede a me. Poi l'investigatore mi ha passato la mano tra le cosce, dalle natiche al pene, prima di girarmi per fare lo stesso nella direzione opposta. A parte il ginecologo nessuno mi ha toccato così, non era necessario.

Come reagisci a questo?
Ero sbalordito, sbalordito. Anche se ero presidente di un'associazione che si batte contro tutto ciò, non capivo cosa mi stava succedendo. Non è normale, non si toccano i genitali di qualcuno, anche se è una donna. Questo è un attacco alla mia integrità.

READ  Villeneuve-d'Ascq e Lattes-Montpellier vincono l'andata dei quarti di finale della LFB

« La UEFA dice che la perquisizione del torace deve essere effettuata con il bordo della mano che passa tra i seni senza pressione, cosa che in questo caso non è affatto avvenuta »

Sei stato l'unico a sperimentare questa cosa?
No, molte altre ragazze con cui ho parlato hanno detto di aver vissuto la stessa cosa. Ad una di loro sono stati afferrati i seni, all'altra le natiche. Una volta allo stadio ne ho parlato con un membro della CUP, delegato dell'ANS (Associazione Nazionale Tifosi), che hanno avuto rapporti simili. Ha anche visto una donna che veniva perquisita da un ragazzo, cosa contraria alle norme UEFA (articolo 33). Hanno detto che lo era come a Lisbona, come a Milano. Cosa serve perché tutto questo finisca, perché una ragazza si ribella ad uno steward?

Perché le donne sono le più colpite da questa violenza?
C'è una leggenda metropolitana che dice che siano le ragazze a portare le torce negli stadi. Non so se sia vero, ma anche se lo fosse, non credo che giustificherebbe nulla.

Come combatterlo?
Un modulo Reportage dell'UEFA esiste, un altro, anonimo, anche da Her Game Too. Non dobbiamo avere paura, riportare le testimonianze, incoraggiare le persone a parlare anche se è complicato. Tutti sono molto vulnerabili su questo argomento e i club devono incoraggiare la libertà di parola e condannare fermamente questi atti. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *