Un « Ent » incoronato Albero dell'anno in Nuova Zelanda


Un insolito albero rātā settentrionale, soprannominato « l'albero che cammina », è stato incoronato albero dell'anno 2024 della Nuova Zelanda. Questo albero secolare, che con i suoi tronchi a forma di gamba sembra attraversare un campo vuoto, ricorda in modo sorprendente un Ent del “Signore degli Anelli”.

Un albero notevole

IL nel consiglio del Nord (robusti metrosideri) è una delle specie di alberi da fiore più alti in Nuova Zelanda. Può vivere fino a 1.000 anni. Con le sue radici e i suoi lunghi rami simili a braccia, uno di questi alberi giganti dall'aspetto strano si erge solitario al centro di un grande recinto vicino a Karamea, sulla costa occidentale dell'Isola del Sud. Secondo Registro degli alberi della Nuova Zelandamisura circa 32 metri di altezzacirca l'altezza di un edificio di sette piani.

Questo albero ambulante ha vinto il 42% dei voti del pubblico nel premio Albero dell'anno della New Zealand Arboricultural Association (NZ Arb) 2024, battendo altri cinque finalisti.

Una storia affascinante

Non si sa esattamente quanti anni abbia questo rātā settentrionale. Sappiamo solo che è lui unico sopravvissuto di una foresta abbattuta circa 150 anni fa da una famiglia di contadini.

Da notare che i rātā settentrionali sono epifiti, un tipo di albero che nasce e inizia la sua vita sulla superficie di un altro albero, chiamato ospite. Inizialmente questi alberi crescono nella chioma di quest'ultima, dove si nutrono di aria e acqua piovana. Col tempo sviluppano radici aeree che si estendono fino al suolo, permettendo loro di stabilirsi in modo indipendente.

READ  presto un reggiseno con un dispositivo di rilevamento?

Nel caso dell'albero ambulante, la particolare disposizione delle sue radici è il risultato della sua crescita attorno al suo ospite che probabilmente avrebbe seguito una struttura oggi non più presente.

albero rātā settentrionale Ent
Crediti: Gareth Andrews

Una specie in via di estinzione

I rātā settentrionali lo sono endemico della Nuova Zelanda e un tempo erano tra le specie più comuni nelle foreste del paese. Tuttavia, la loro portata è diminuita negli ultimi decenni. Ora sono classificati come vulnerabili a livello nazionale, secondo la New Zealand Plant Conservation Network.

Inoltre deforestazionele principali minacce che gravano sui rātā settentrionali sono opossum comuni invasivi (Trichosurus vipecula) che distruggono gli alberi mangiandone le foglie e rosicchiandone le radici.

Anche questi alberi sono minacciati ibridazione con pōhutukawa (Metrosideros alto) che sono ad essi strettamente correlati. Finalmente lo sono suscettibile alla ruggine del mirto (Austropuccinia psidii), un fungo patogeno originario del Sud America.





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *