Un integratore alimentare per ridurre l'aggressività del 30%


Una coppia di ricercatori americani ha recentemente condotto uno studio concentrandosi su un acido grasso in particolare: gli omega-3. Secondo gli autori, integratori alimentari contenere questo acido grasso potrebbe ridurre di un terzo l’aggressività e quindi la violenza. Tuttavia, questa non sarebbe una cura miracolosa.

Più omega-3, meno aggressività

“Gli acidi grassi Omega-3 costituiscono una famiglia di acidi grassi essenziali. Riunisce gli acidi grassi essenziali, necessari per lo sviluppo e il buon funzionamento del corpo umano, ma che il nostro organismo non sa produrre. Possono tuttavia essere ottenuti dal loro precursore se questo viene fornito attraverso la dieta. »possiamo leggere in a pubblicazione dell’Agenzia Nazionale per la Sicurezza Alimentare, Ambientale e Sanitaria sul Lavoro (ANSES).

Secondo un duo di ricercatori dell’Università della Pennsylvania (Stati Uniti), integratori alimentari che contengono omega-3 potrebbe ridurre l’aggressività tra i suoi consumatori. Almeno questo è quello che dicono nella recensione. Aggressività e comportamento violentoil cui numero 78 dovrebbe uscire nel settembre 2024.

Gli autori dello studio spiegano di aver effettuato nientemeno che 29 studi randomizzati con l'obiettivo di misurare esplicitamente l'aggressività nelle persone che avevano ingerito integratori di omega-3. Sono stati analizzati anche diversi comportamenti, ovvero rabbia, violenza, ostilità e quindi aggressività. Tuttavia, i risultati dimostrano che a Riduzione del 30% in questo tipo di comportamento grazie a questa integrazione, indipendentemente dal sesso o dall'età dei volontari.

violenza aggressiva
Crediti: mezzo punto /. iStock

Generalizzare l'assunzione di questo acido grasso

“Concludiamo che ora ci sono prove sufficienti per iniziare a implementare l’integrazione di omega-3 per ridurre l’aggressività nei bambini e negli adulti all’interno degli ospedali, nel sistema carcerario o nella popolazione in generale. »ha detto il neurocriminologo Adrian Raine in a comunicato te 23 maggio 2024.

READ  James Webb osserva le antiche galassie che "trasformarono l'intero universo"

D'altra parte, è importante evitare di considerare gli integratori alimentari di omega-3 come un integratore alimentare potenziale soluzione miracolosa. Resta il fatto che i ricercatori dell’Università della Pennsylvania hanno chiaramente ottenuto risultati interessanti che hanno permesso loro di ritenere che la generalizzazione dell’integrazione di omega-3 potrebbe contribuire a ridurre il comportamento violento.

Infine, devi sapere che nel 2017 è stato pubblicato un altro studio che andava nella stessa direzione. Secondo i ricercatori dell'Università della California a Davis e della Ohio State University, un consumo regolare di alimenti ricchi di omega-3 (come il pesce e le noci, ad esempio) permetterebbero al cervello di farlo funzionare in modo più fluido e ridurre gli scoppi di aggressività.





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *